Contenuto sponsorizzato

"Se mi lasci ti uccido", una donna racconta anni di maltrattamenti fisici e minacce. Marito a processo

Botte, violenze sessuali e minacce, questo l'inferno per una donna che abita a Trento e che lo scorso anno ha avuto il coraggio di raccontare tutto 

Pubblicato il - 02 March 2018 - 08:46

TRENTO. “Se tu mi lasci ti brucio”, “ti cavo gli occhi, “ti uccido”, frasi spaventose e terribili che una donna ha dovuto sopportare per ben 10 anni. Maltrattamenti anche fisici, violenze sessuali e minacce che lo scorso anno ha denunciato per uscire dall'inferno in cui si trovava.

 

La vicenda riguarda un uomo di 45 anni e una donna di 40 anni entrambi dell'Est Europa arrivati in Trentino anni fa. Lui, che dice di non aver fatto nulla alla moglie, deve ora rispondere alle accuse di maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale e violenza privata.

 

Sono moltissimi gli episodi che la donna ha trovato il coraggio di raccontare, dalle aggressioni fisiche, anche in presenza dei figli ma anche in pubblico, fino ad arrivare addirittura a svenire e chiedere l'intervento dei sanitari, alle minacce spaventose di morte.

 

Dal racconto della donna sono partite le indagini e per l'uomo gli arresti domiciliari e il divieto di avvicinarsi. L'udienza di ieri è terminata con il rinvio degli atti al pm. E' stata rilevata una problema di procedibilità perchè la violenza sarebbe stata commessa durante un soggiorno estero. In questo caso serviva l'intervento del Ministero della giusta che ora è arrivato. Ora c'è il rinvio a giudizio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.58 del 03 Marzo
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

03 March - 20:14

Ecco il quadro odierno del contagio in Trentino. Due i decessi avvenuti in provincia con Covid: si tratta di un uomo e una donna

03 March - 19:30

Protagonista di un incidente che sarebbe potuto finire in tragedia, già nel pomeriggio di mercoledì 3 marzo "l'uomo con il carrello" è stato visto a Pergine, città che, nonostante le denunce e gli interventi delle autorità, pare "tenere in scacco". Il sindaco Oss Emer: "Abbiamo provato di tutto. Ci deve essere un buco normativo"

03 March - 18:42

Il presidente ha confermato l'intenzione di proseguire con le lezioni in presenza. Ferro ha raccomandato di arieggiare gli spazi chiusi e mantenere le distanze sociali: ''Non ci rendiamo conto di quanto sia stressato il nostro sistema sanitario per questo aumento dei ricoveri che temo per i prossimi 10 giorni non potranno che aumentare''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato