Contenuto sponsorizzato

Segregata nel cassone delle mele per 14 giorni, bolzanino arrestato per sequestro di persona e tortura

E' successo a Sommacampagna, la donna è una bracciante agricola di origini polacche che lavorava per l'uomo originario dell'Alto Adige

Pubblicato il - 30 August 2018 - 11:53

VERONA. Il suo aguzzino un 53enne originario di Bolzano, mentre lei è una donna di 44 anni arrivata in Italia dalla Polonia per la raccolta delle mele, rinchiusa dall'uomo in un cassone per la frutta per due settimane. La scoperta del terribile sequestro di persona è avvenuta martedì scorso a Sommacampagna, nei filari che costeggiano l'autostrada.

 

Alcuni operai di passaggio hanno infatti avvertito alcune grida e subito hanno allertato le forze dell'ordine. Sono immediatamente intervenuti sia gli agenti della Polizia Stradale che i Carabinieri della compagnia di Villafranca

 

Nemmeno il tempo di liberarla, e verificare come fosse stremata dalla lunga prigionia sotto il sole cocente, che a bordo di un trattore si è avvicinato il bolzanino che per la Procura della Repubblica è l'autore del sequestro. Gli agenti e i militari, che già si erano fatti un'idea della situazione, hanno arrestato l'uomo con l'accusa di sequestro di persona e tortura.

 

Da quanto si apprende, sembra che la donna lavorasse nell'azienda agricola e che la decisione di imprigionarla sia stata conseguente ad un litigio. L'uomo, che forse con lei aveva avuto una relazione, nei 14 giorni di prigionia le concedeva soltanto una bottiglietta d'acqua e una mela al giorno.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19. 30 del 06 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 maggio - 19:38
Incoraggianti i dati della campagna vaccinale in Trentino, con ottimi risultati negli over 70 e quasi il 90% degli over 80 coperti con almeno una [...]
Cronaca
07 maggio - 19:16
Tra i nuovi contagiati ci sono 27 tra bambini e ragazzi: 5 hanno tra 0-2 anni, 11 tra 3-5 anni, 5 tra 6-10 anni, 4 tra 11-13 anni e 2 tra [...]
Ambiente
07 maggio - 17:03
Nel bolognese la presenza dei lupi manda in fibrillazione alcuni allevatori che per difendersi hanno iniziato a “sparare” con dei cannoni [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato