Contenuto sponsorizzato

Segregata nel cassone delle mele per 14 giorni, bolzanino arrestato per sequestro di persona e tortura

E' successo a Sommacampagna, la donna è una bracciante agricola di origini polacche che lavorava per l'uomo originario dell'Alto Adige

Pubblicato il - 30 agosto 2018 - 11:53

VERONA. Il suo aguzzino un 53enne originario di Bolzano, mentre lei è una donna di 44 anni arrivata in Italia dalla Polonia per la raccolta delle mele, rinchiusa dall'uomo in un cassone per la frutta per due settimane. La scoperta del terribile sequestro di persona è avvenuta martedì scorso a Sommacampagna, nei filari che costeggiano l'autostrada.

 

Alcuni operai di passaggio hanno infatti avvertito alcune grida e subito hanno allertato le forze dell'ordine. Sono immediatamente intervenuti sia gli agenti della Polizia Stradale che i Carabinieri della compagnia di Villafranca

 

Nemmeno il tempo di liberarla, e verificare come fosse stremata dalla lunga prigionia sotto il sole cocente, che a bordo di un trattore si è avvicinato il bolzanino che per la Procura della Repubblica è l'autore del sequestro. Gli agenti e i militari, che già si erano fatti un'idea della situazione, hanno arrestato l'uomo con l'accusa di sequestro di persona e tortura.

 

Da quanto si apprende, sembra che la donna lavorasse nell'azienda agricola e che la decisione di imprigionarla sia stata conseguente ad un litigio. L'uomo, che forse con lei aveva avuto una relazione, nei 14 giorni di prigionia le concedeva soltanto una bottiglietta d'acqua e una mela al giorno.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 04:01

I contagi all'interno delle Case di Riposo sono più diffusi rispetto la prima ondata anche se, in alcuni casi, con conseguenze meno gravi. Tra le criticità più sentite c'è la mancanza di personale. "Lo stiamo cercando anche fuori regione ma è molto difficile" spiega Francesca Parolari di Upipa. Massima attenzione anche sulle nuove strutture che da Rsa di transizione diventano Rsa Covid: "Non tutti possono offrire standard come quella di Volano soprattutto per la predisposizione dell'ossigeno"

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato