Contenuto sponsorizzato

Sentiero bloccato da fine ottobre, la Sat chiede e il sindaco dispone la chiusura: c'è pericolo

In località Foci di San Giacomo il sentiero Claudio Fedrizzi è interrotto da quando il maltempo ha flagellato il territorio. Oggi con provvedimento contingibile e urgente il primo cittadino ha disposto la chiusura

Pubblicato il - 06 dicembre 2018 - 18:43

RIVA DEL GARDA. Chiuso il sentiero del Berghem ''Claudio Fedrizzi'' nel tratto in località Foci di San Giacomo. Il maltempo di fine ottobre ha provocato gravi danni in tutta la provincia e tuttora permangono zone pericolanti, a rischio, che devono essere liberate e messe in sicurezza. E' il caso del sentiero 434 intitolato alla memoria del compianto Claudio Fedrizzi (per anni dipendente comunale a Riva e membro del Gruppo Sentieri della Sat) che segue l'itinerario Foci - Laste Basse - Berghem - Campi di Riva - San Martino.

 

 

Un distacco di materiale roccioso blocca il passaggio da oltre un mese e visto il conseguente pericolo per la pubblica incolumità, il sindaco con un provvedimento contingibile e urgente ha deciso di chiuderlo in quel tratto. La segnalazione è arrivata dalla sezione di Riva del Garda della Sat: il sentiero, infatti, che da San Giacomo sale a Campi, presenta della condizioni di pericolosità per gli utenti, causa la caduta di materiale, che lo ha reso impraticabile.

 

 

La Sat, rilevando che sono in fase di organizzazione le attività di sgombero del materiale - che saranno eseguite indicativamente entro il mese di gennaio - ha chiesto e ottenuto dal Comune l’adozione di provvedimenti immediati di chiusura, così da garantire la sicurezza degli escursionisti.

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 febbraio - 05:01

Diminuiscono gli operai, mentre crescono gli impiegati. Le retribuzioni più alte sono quelle nelle attività finanziarie. Questo quanto emerge nel rapporto "I differenziali retributivi in provincia di Trento" tra il 2009 e il 2015 raccolti dal servizio statistica provinciale Ispat

22 febbraio - 10:37

La manifestazione organizzata in contemporanea ad altre città italiane. Assembramento in piazza Dante, il corteo sta sfilando davanti a tutti gli istituti superiori di Trento. I ragazzi: ''Non vogliamo essere cavie''

21 febbraio - 17:29

I consiglieri provinciali di Futura e Movimento 5 stelle depositano alcune interrogazioni. Lucia Coppola spinge per approfondire la possibilità di sviluppare il metodo Montessori. Filippo Degasperi perplesso per la nomina di un insegnante al Cfp Veronesi

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato