Contenuto sponsorizzato

Si apre il processo per la morte dell'operaio alla Marangoni: "E' morto per il troppo caldo"

Il decesso è avvenuto nel luglio del 2015, quando all'interno del reparto di vulcanizzazione si registrava la temperatura di 41 gradi. Imputati Gianni Marangoni e il medico del lavoro Marco Fabbri. L'accusa: omicidio colposo

Pubblicato il - 05 aprile 2018 - 13:18

ROVERETO. Sul banco degli imputati siedono l'imprenditore Gianni Marangoni e il Marco Fabbri, medico del lavoro. Sono accusati di omicidio colposo per la morte di Carmine Minichino, l'operaio deceduto il 21 luglio del 2015 mentre era al lavoro nel reparto di vulcanizzazione della fabbrica roveretana.

 

Davanti al giudice Carlo Ancona, nella prima udienza del processo, sono sfilati alcuni dei testimoni convocati per rendere le loro dichiarazioni. Il punto da evidenziare è l'eventuale responsabilità degli imputati, e nello specifico la situazione in cui è avvenuta la morte dell'operaio.

 

Stando al referto medico, infatti, la morte di Minichino è dovuta al calore eccessivo, quello che all'interno del reparto ha toccato - nella giornata del 21 luglio - i 41 gradi. Una temperatura indicata oltre i limiti per un lavoro salubre e sicuro. 

 

La tesi dell'accusa, sostenuta dal pm Fabrizio De Angelis, è la morte per lavoro svolto in ambiente "inadatto alla condizione umana". Minichino era stato trovato svenuto in reparto e all'arrivo in pronto soccorso la febbre era a 41 gradi e la morte sopraggiunse la notte stessa per shock termico

 

Tra le testimonianze quella dei soccorritori che hanno dichiarato che al loro arrivo la temperatura interna era 'pericolosa per il paziente e per noi stessi'. Ma anche i colleghi sono stati sentiti, e alcuni hanno raccontato di una turnistica molto pressante, di un carico di lavoro insopportabile.

 

Ieri la prima udienza, nel corso del processo saranno ascoltate altre testimonianze e alla fine toccherà al giudice Ancona stabilire se la responsabilità della morte - per omicidio colposo - sia da attribuire ai due imputati.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 luglio - 15:00

E' successo poco prima di mezzanotte, sul posto  una volante della squadra mobile e la polizia locale. Due denunce 

16 luglio - 10:01

E' stato approvato ieri sera il documento presentato dai capogruppo di maggioranza a palazzo Thun. Accolte le richieste anche di Onda Civica. Pattini: "Abbiamo cercato la più ampia intesa tra le forze politiche. Il centrodestra ha abbandonato l'aula''. Alla fine la votazione ha portato all'approvazione della mozione con 21 voti favorevoli su 21 presenti 

16 luglio - 12:29

Questo progetto "Pane & Panettieri d’Italia", realizzata in collaborazione con "Così com’è", è stato avviato a settembre scorso per raccontare il punto di arrivo e di ripresa di una rivoluzione iniziata circa 10 anni fa per il lavoro attento dei panificatori. Sono circa 20 mila i panifici presenti in Italia e sono appena 350 quelli selezioni. Il panificio Moderno è l'unica realtà a rappresentare il Trentino Alto Adige

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato