Contenuto sponsorizzato

Si cerca Silvio Fraier, scomparso nella zona della Valle dei Laghi. Nessuna traccia dell'ingegnere, continuano le ricerche

Tutti i corpi dei vigili del fuoco volontari della Valle dei Laghi, ed i carabinieri delle stazioni di Vallelaghi e Madruzzo, sono impegnati nella ricerca. Era a bordo della sua Ford Mondeo SW di colore blu, targa EB463ZJ, e chiunque avesse notizie chiami immediatamente il 112

Pubblicato il - 01 novembre 2018 - 10:03

VALLE DEI LAGHI. Silvio Fraier, un ingegnere di 55 anni residente a Padergnone nel Comune di Vallelaghi, non dà più sue notizie da ieri, 31 ottobre. Dal pomeriggio vigili del fuoco e carabinieri lo stanno cercando, aiutati da semplici cittadini che si sono mobilitati volontariamente, ma fino ad ora non è stata trovata nessuna traccia della persona che tuttora risulta dispersa

 

Ieri mattina era uscito di casa poco prima delle 8 per recarsi al lavoro, ma al lavoro non è mai arrivato. Le celle telefoniche segnalano la sua presenza in valle, tra Sarche e Calavino. Si cerca la sua auto, una Ford Mondeo SW di colore blu, targa EB463ZJ, e chiunque la vedesse chiami immediatamente il 112.

 

Le ricerche sono continuate per tutta la notte e proseguono nella giornata di oggi. Pompieri e militari stanno setacciando la zona, fino ad ora senza esito. 

 

AGGIORNAMENTO: Purtroppo è stato trovato senza vita il corpo di Silvio Fraier, nei dintorni del lago di Toblino, in Valle dei Laghi

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 18:16

Il presidente ha spiegato perché ritiene congruo il premio per chi si è battuto in prima linea nonostante 13 milioni arrivino dallo Stato e 20 siano stati tagliati anche al personale sanitario. ''Se si sono fatte 300 ore in prima linea un infermiere può ottenere 1.500 euro netti in busta paga. Se questo è umiliante, come hanno detto i sindacati, io non lo so. Non credo''

26 maggio - 13:07

Quando aveva 12 anni Ibrahim Songne è arrivato dal Burkina Faso a Trento. Qui ha studiato all'Enaip e dopo aver lavorato in un panificio-pasticceria ha deciso di realizzare il suo sogno di aprire un proprio locale. Nel 2018 in via Cavour a Trento apre "Ibris''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato