Contenuto sponsorizzato

Tragedia sulla statale di Loppio e Val di Ledro, muore un centauro originario di Merano

L'uomo di 59 anni, nato a Merano e residente a Verona, ha perso il controllo della moto lungo la strada statale 240 mentre guidava da Storo verso la Val di Ledro. Vani i tentativi di rianimazione, morto sul colpo dopo aver sbattuto contro le rocce a bordo del torrente Palvico

Pubblicato il - 08 aprile 2018 - 18:39

STORO. E' Mario Capelli, nato a Merano e residente a Verona, la vittima del tragico incidente in moto avvenuto intorno alle 14 di questo pomeriggio nei pressi del lago d'Ampola.

 

L'uomo di 59 anni in sella alla moto stava salendo da Storo verso la Val di Ledro, quando lungo la strada statale 240 a pochi chilometri dal bivio di Tremalze ha perso il controllo del mezzo in curva e dopo aver attraversato tutta la carreggiata e aver sbattuto contro il palettino segna chilometri è finito in una scarpata nei pressi del torrente Palvico.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanze della Croce Bianca della Valle di Ledro e Arco e elicottero, i vigili del fuoco volontari di Storo e il corpo di Tiarno di Sopra, oltre ai carabinieri di Riva del Garda per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico, chiuso per permettere ai sanitari l'intervento in piena sicurezza.

 

Purtroppo i tentativi di rianimare Capelli si sono rivelati vani, l'uomo è morto sul colpo, fatali le ferite riportate dopo aver violentemente sbattuto contro le rocce a bordo strada.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 gennaio - 20:28

Sono 297 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 41 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi, mentre sono 38 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

 
 
20 gennaio - 19:22

Il Trentino è il territorio più penalizzato dai tagli sulle forniture operati da Pfizer: calo del 60% sulle dosi. Segnana: Possiamo comunque garantire la continuità delle vaccinazioni a coloro che si erano prenotati, compresi i volontari delle Croci. Poi inizieremo a fare la seconda dose”

20 gennaio - 18:12

Sono state registrare 29 dimissioni e 278 guarigioni. Il numero dei pazienti ospedale scende sotto le 300 persone. Analizzati quasi 4 mila tamponi. Sono state confermate 80 positività riscontrate nei giorni scorsi tramite test antigenico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato