Contenuto sponsorizzato

Trento, dramma in via Rosmini, trovata morta in casa dopo diversi giorni

Le analisi delle forze dell'ordine e dei medici escludono la morte violenta. A scoprire quello che era successo il figlio 

Pubblicato il - 22 giugno 2018 - 08:28

TRENTO. Amava il suo nipotino ed era la sua ragioni di vita. Ieri, però, Giovanna Vidott Ragno, 70 anni, non si è presentata al consueto appuntamento del giovedì, giornata che era solita trascorrere assieme a lui.

 

Insospettito, il figlio Christian ha quindi deciso di andare a casa della madre in via Rosmini a vedere cosa potrebbe essere successo. Ha suonato il campanello ma nessuno gli ha aperto. Allora ha usato le chiavi che si era portato dietro, è entrato e in soggiorno ha trovato il corpo senza vita della madre.

 

Immediatamente sono stati chiamati i soccorsi e la polizia. Gli accertamenti fatti dalle forze dell'ordine e dai medici al momento non hanno chiarito completamente quello che è successo. E' stata scartata la morte violenta e tra le ipotesi si parla di un problema cardiaco che avrebbe portato la donna ad avere un malore e a cadere per terra senza più riprendersi.

 

L'ultima volta che il figlio l'aveva vista era giovedì scorso mentre i titolari della gelateria sotto casa l'avevano incontrata l'ultima volta sabato. L'ipotesi è che il malore improvviso sia arrivato domenica. Saranno le analisi del medico legale a chiarire cosa è successo.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.47 del 13 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

13 dicembre - 18:58

Per Cgil, Cisl e Uil il ridimensionamento del bilancio di Agenzia del Lavoro si tradurrà in un contenimento della spesa per la formazione e la riqualificazione professionale, blocco agli incentivi alle assunzioni stabili per i disoccupati deboli, azzeramento della staffetta occupazionale, stop al reddito di attivazione. Il tutto mentre si investono 8 milioni in strategie di welfare che saranno superate dal governo nazionale

13 dicembre - 19:15

La specie in provincia è diffusa soprattutto in Valsugana. La Fem: ''E' molto resistente perché capace di creare delle nicchie ad altitudini sensibilmente maggiori rispetto alla zanzara tigre. L'estate scorsa abbiamo rilevato un caso davvero particolare, seppure isolato: la presenza di una colonia addirittura ad una altitudine di 1.500 metri''

13 dicembre - 17:52

Il gatto pare sia di casa Rifugio Predaia e dopo che gli escursionisti che lo hanno incontrato hanno postato delle foto su Facebook, in breve tempo, la storia di “Scòdega” è diventata virale

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato