Contenuto sponsorizzato

Ubriaco chiede aiuto per una finta aggressione e poi minaccia di morte la moglie con un coltello

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Merano. Uno di loro è rimasto ferito ad un polso nel cercare di disarmare il 45enne 

Foto archivio
Pubblicato il - 05 giugno 2018 - 09:41

MERANO. Chiama i soccorsi sanitari riferendo di essere stato vittima di una aggressione ma poco dopo brandisce un coltello contro la moglie. La vicenda è avvenuta a Merano e ad intervenire sono stati i Carabinieri.

 

Un'aliquota della Radiomobile, nel corso di una perlustrazione, era stata chiamata in un'abitazione di un 45enne, del luogo, il quale aveva contattato personale sanitario, riferendo falsamente di aver subito un aggressione.

 

Dopo essere giunti sul posto e aver constatato che l’uomo versava in condizioni psico-fisiche precarie a causa dell'alcol, gli operatori si sono accorti che il soggetto brandendo un coltello, ha iniziato a inveire e minacciare di morte la moglie.

 

Il pronto intervento dei carabinieri, al quale il soggetto ha opposto una ferma resistenza, ha consentito di disarmarlo e condurlo presso la caserma dove, al termine degli accertamenti di rito, è stato tratto in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale e minaccia grave.

 

Nel corso dell’attività, uno dei militari intervenuti ha riportato una lieve lesione a un polso e 8 giorni di prognosi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 novembre - 05:01

E' un po' presto per tirare le conclusioni. Il percorso verso dicembre è lungo e ci sono audizioni, emendamenti e votazioni in mezzo. Ma la manovra sembra piccola, molto piccola, rispetto alle possibilità e alle capacità del Trentino. Tante scelte e decisioni potrebbero essere rimandate al prossimo assestamento di bilancio

19 novembre - 19:41

Sono una quarantina i soci iscritti alla cooperativa Radio Taxi Trento che operano sul territorio provinciale. "La sicurezza negli anni è diminuita" ha spiegato il presidente Braccia. Al via, intanto, il "Taxi Rosa" per donne e minori che possono usare i mezzi nella fascia notturna con un buono sconto di 5 euro

19 novembre - 20:12

I contesti più critici sono rappresentati dalle frane verificatesi nel fondo valle e dalle valanghe in alta quota, la Pat: “Monitoriamo la situazione”. Rimane chiusa la strada statale 240, che collega Riva del Garda con Torbole, per la possibilità che altri massi si stacchino dal Monte Brione

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato