Contenuto sponsorizzato

''Un patto di fratellanza tra criminali'', ecco il VIDEO e altri dettagli della maxi-operazione dei carabinieri

Sono state arrestate 23 persone. Un sodalizio criminale ben rodato e composto da "fraterni consociati"

Pubblicato il - 03 ottobre 2018 - 21:03

TRENTO. “La fratellanza sopra tutto”, questo sembra essere stato il motto che legava i soci dell'organizzazione criminale smantellata dai Carabinieri di Trento con la maxi operazione “Vecchia Fattoria che ha portato all'arresto di 23 persone.

 

Ieri mattina, in una cascina a Sant'Angelo Lodigiano, sono entrati in azione i militari dopo un anno di indagini che hanno visto al lavoro il nucleo investigativo trentino.

 

L’operazione Vecchia Fattoria ha evidenziato – come chiaramente emerge nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Giudice per le indagini preliminari, Marco Laganga, che non soltanto si trattasse di un sodalizio criminale ben rodato, ma per meglio definirlo, si trattasse di un sodalizio fraterno tra i consociati.

 

In molte intercettazioni, infatti, i carabinieri hanno constatato venisse proclamato tra tutti gli “adepti” un fortissimo patto di fratellanza, rispondente ad un più alto senso di appartenenza ad un nucleo quasi famigliare, anche se il vincolo di parentela era presente sono tra alcuni solidali. Il lavorare per il bene comune veniva di fatto dimostrato nella professionalità illecita nel commettere furti e razzie, tanto che chi contravveniva a tale modus vivendi rischiava di essere denunciato ai carabinieri per volere di Meclaut Paun, indiscusso capo banda.

 

Le intercettazioni hanno svelato la capacità degli associati di rivolgersi in maniera criptica tra loro nel disquisire dei colpi e delle richieste “preordinate” che giungevano dai ricettatori. Solo in pochissimi casi sono state registrate conversazioni chiare circa l’attuazione delle razzie e l’allontanamento organizzato dai luoghi del reato.

 

Questo quadro ha fatto ritenere l’Autorità Giudiziaria in primis, che gli indagati vivessero in uno stato di tranquillità e di presunta impunità, tanto da tornare serenamente in diverse occasioni sui luoghi di reati già commessi per replicare l’attività illecita.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 01 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

02 dicembre - 20:28

Da qualche giorno appare chiaro che sommando i positivi trovati con i molecolari e gli antigenici il Trentino appare in linea (anzi con dati peggiori come per altro sui decessi e le terapie intensive) con l'Alto Adige. Ieri i positivi ''reali'' erano circa 520 (a fronte dei 156 comunicati in conferenza stampa) e sabato erano circa 800 (a fronte dei 219 di Fugatti e Segnana). Da domani anche la Pat dovrebbe fornire i dati completi uniformandosi alla vicina provincia di Bolzano

02 dicembre - 19:37

Sono 459 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 52 in alta intensità. Sono stati trovati 278 positivi a fronte dell'analisi di 3.705 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,5%

02 dicembre - 18:25

Il presidente ha annunciato il nuovo documento che dal 3 dicembre cambia le cose e permette nuove libertà per i cittadini. Saltano tutte le restrizioni in più rispetto alla ''normale'' zona gialla. Ecco cosa cambia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato