Contenuto sponsorizzato

A Firenze è arrivato l'albero di Moena. Chiocchetti: ''Si tratta dell'albero più alto che avevamo nel giardino della nostra 'scolina'''

Ad accogliere la delegazione fassana il sindaco Nardella che ha ringraziato il boscaiolo trentino e ha ricordato la grande amicizia che lega la Fata delle Dolomiti e la sua città, grazie anche alla Fiorentina

Pubblicato il - 03 dicembre 2019 - 11:23

FIRENZE. ''Si tratta dell'albero più alto che avevamo nel giardino della nostra 'scolina' (la scuola materna in lingua ladina ndr) e l'abbiamo dovuto tagliare perché, così, vicino alla scuola, proprio sopra l'area giochi, poteva rappresentare un pericolo per i nostri bambini''. Bruno Chiocchetti racconta così la storia del meraviglioso abete rosso che ieri è arrivato a Firenze in una delle piazze duomo più belle e famose del mondo. Ad accoglierlo il sindaco Dario Nardella che ha abbracciato il boscaiolo Chiocchietti aggiungendo, anche sui social, ''grazie al signor Bruno e ai boscaioli della Val di Fassa. Vi aspetto per l’accensione ufficiale l’8 dicembre alle 17.30''.

 

 

Una grande emozione (anche per Bruno che ha aggiunto: ''Non ero mai stato a Firenze e ho preso al balzo l'occasione di portare in città questo magnifico albero anche se il taglio è sempre un momento di malinconia'') per una storia, quella dell'albero di Moena, che inizia 64 anni fa (tanti gli anni che aveva sulle fronde) e che lo aveva portato a raggiungere i 22 metri d'altezza (ridotti a 12 per le esigenze di trasporto, viene spiegato sul sito fassa.com che racconta la vicenda). L'abete rosso ha percorso gli oltre 400 chilometri di autostrada che dividono la Val di Fassa e il capoluogo toscano, scortato anche dagli agenti della polizia locale della Val di Fassa, per essere collocato davanti al magnifico Duomo.

 

L'albero è una sorta di omaggio anche al gemellaggio ormai in atto da tempo tra Firenze e Moena con la Fiorentina a fare da collante. Da anni, infatti, i giocatori viola salgono a quota 1.200 per raggiungere la Fata delle Dolomiti e il sindaco Nardella ha voluto sottolineare tale rapporto: ''La vostra valle è frequentata da tanti fiorentini. E' un posto dove mi capita di sentirmi salutare con un 'ciao sindaco'. Insomma in Val di Fassa mi sento a casa''. E da un sindaco all'altro ecco che per l'8 dicembre, per l'accensione dell'albero, sono attesi anche il sindaco di Moena Edoardo Felicetti e Andrea Weis dell'Apt Val di Fassa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 18:59

Le incertezze sembrano riguardare un po' tutto l'apparato organizzativo. Bruno Bizzaro: "Il nocciolo di tutto è naturalmente la sicurezza di operatori, pazienti e clienti. Non tutte le farmacie dispongono di locali separati che possono essere adibiti per questo scopo e che possono essere sanificati regolarmente"

24 ottobre - 19:44

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 162 positivi a fronte dell'analisi di 2.513 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi a 6,45%. Sono 71 le persone che presentano sintomi. Ci sono 63 pazienti in ospedale e 4 in terapia intensiva

24 ottobre - 19:17

In serata atteso l’intervento di Conte per annunciare le nuove misure restrittive: la bozza del Dpcm (ALL’INTERNO) prevede la sospensione delle attività per piscine, centri benessere e centri ricreativi. Per contrastare la diffusione del contagio alle superiori la didattica digitale integrata passa al 75% sul totale delle lezioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato