Contenuto sponsorizzato

A22, stop ai cantieri di giorno durante le festività per tutto l'anno: ''Si lavorerà di notte''

La società ha stilato un elenco di date potenzialmente critiche per il 2019 durante le quali è stato previsto il blocco dei cantieri per non creare pericoli agli utenti

Pubblicato il - 26 gennaio 2019 - 13:24

TRENTO. Autostrada del Brennero ha stilato una previsione delle date potenzialmente critiche per il 2019 e stabilito che, in determinati giorni e in determinate fasce orarie, non saranno autorizzati lavori che richiedano scambi di carreggiata, o riduzioni di corsia di marcia.

 
Ad annunciarlo è la stessa società autostradale attraverso una nota in cui sottolinea di essere sempre impegnata “nel garantire ai propri utenti un’infrastruttura con elevanti standard di efficienza e sicurezza”

 

In particolare, la programmazione dovrà tenere conto dei flussi legati al turismo nazionale ed estero. Pertanto, in base alla previsioni di traffico per le singole carreggiate, non saranno autorizzati lavori nei prossimi weekend fino a fine febbraio, in coincidenza del periodo pasquale, delle feste della Liberazione, del Lavoro, dell’Ascensione e della Repubblica, in occasione della Pentecoste e del Corpus Domini

 

Limitazioni ai cantieri saranno previste anche per le festività di Ognissanti e dell’Immacolata Concezione. Infine, in occasione del periodo natalizio, non potranno essere eseguiti lavori dal 13 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020.

 

In tutti questi periodi, si continuerà comunque a lavorare, ma durante l’orario notturno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 17:43

Gli 8 decessi sono quasi tutti avvenuti in ospedale (7) e 1 in RSA; si tratta di 5 donne e 3 uomini; l’età media è di 85 anni

27 novembre - 18:03

Castello Tesino si prepara a tornare in zona gialla, per Fbk i residenti attualmente positivi sono solo 19, la Pat:“ben al di sotto della soglia del 3%”. Per le attività rimaste chiuse nei tre comuni trentini dichiarati zona rossa saranno previsti ‘ristori’ aggiuntivi a quelli richiesti a livello nazionale

27 novembre - 16:59

Secondo il monitoraggio svolto settimanalmente dal Ministero della Salute, tutte le regioni e province autonome italiane sarebbero al di sotto dell'1.5 di indice Rt. In attesa di capire le decisioni del governo, tutto il Paese sarebbe così "zona gialla". Ancora problematici i parametri dell'occupazione dei letti d'ospedale e del fattore rischio

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato