Contenuto sponsorizzato

Alcol, liti e aggressioni nel locale: Night Club chiuso per dieci giorni dalla questura

È successo Merano, sarebbero stati segnalati diversi episodi tra il 2018 e il 2019. Denunciata una ex guardia giurata, l'accusa: porto abusivo d'armi e ubriachezza

Pubblicato il - 12 aprile 2019 - 12:30

BOLZANO. Dieci giorni di chiusura per un night club, il "Night Club Bistro Viva", di Merano. Questa la disposizione del questore: la valutazione sarebbe stata presa in base alla segnalazione di presunte "crescenti situazioni di pericolo per l’ordine pubblico e per la sicurezza dei cittadini".

 

La segnalazione di presunte "situazioni di pericolo" è arrivata dal Commissariato di pubblica sicurezza di Merano che avrebbe evidenziato diversi episodi che, tra il 2018 e i primi mesi del 2019, avrebbero richiesto l'intervento di polizia e carabinieri. Fattor comune a diversi episodi sarebbe il consumo di alcolici che avrebbe portato a liti e perfino ad aggressioni.

 

Un episodio risalirebbe a novembre 2018: in questo caso la segnalazione avrebbe riguardato un uomo all'interno del locale. Forse dopo aver consumato degli alcolici, l'uomo (una ex guardia giurata) si sarebbe presentato armato di pistola. Per lui è scattata una denuncia con l'accusa di porto abusivo d'armi e ubriachezza.

 

In altri casi gli interventi sarebbero avvenuti per liti con lesioni, sempre successivi al consumo di alcolici: dei clienti si sarebbero scontrati con il personale del night club.

 

Alcuni accertamenti avrebbero inoltre evidenziato che nel locale non risulterebbero operare degli addetti ai servizi di controllo in regola con la specifica disciplina normativa. Di qui la decisione del questore di Bolzano Enzo Giuseppe Mangini e i dieci giorni di chiusura per il night club.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:22

L'allerta è scattata alle 16.30 di oggi lungo la strada statale 237 all'altezza del centro abitato di Ponte Arche. In azione la macchina dei soccorsi tra ambulanze, elicottero, vigili del fuoco di Lomaso e polizia delle Giudicarie

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato