Contenuto sponsorizzato

Aria irrespirabile e macchine bloccate in galleria: disagi a Mori

Alte temperature e aria rarefatta, sono queste le condizioni della galleria di Mori, dove i lettori segnalano il mancato funzionamento delle ventole d'areazione. Disagio per gli automobilisti, bloccati nella galleria

Di Davide Leveghi - 15 agosto 2019 - 12:10

MORI. Ventilatori bloccati e aria irrespirabile. È questa la situazione all'interno della galleria che da Mori, all'uscita dell'autostrada, porta verso Loppio e Riva del Garda.

 

Il grande traffico di questi giorni ha investito pure questa zona, con file di turisti diretti verso il lago e la zona dell'Alto Garda. Una situazione già di per sé piuttosto complicata, non migliorata certo dal mancato funzionamento delle ventole di areazione.

 

L'aria è irrespirabile e la temperatura molto alta, denunciano gli automobilisti. Le persone non si sentono bene e sono costrette a uscire a piedi dalla galleria, dove l'ingorgo è provocato dal guasto di un'auto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.22 del 09 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

10 dicembre - 13:22

Nell'annuario statistica presentato dal Comune del capoluogo si trovano dati statistici significativi sull'evoluzione della città. Aumentano i turisti, calano i reati, migliorano i servizi e la qualità della vita ma l'età della popolazione si spinge sempre avanti, con famiglie sempre meno numerose

10 dicembre - 16:07

Il felide è stato ripreso nei giorni scorsi da alcuni cacciatori all’interno della riserva di Molina di Ledro, l’ultimo avvistamento risaliva a oltre 6 mesi fa. B132 è un esemplare maschio di 13 anni, che ha raggiunto la provincia di Trento nel 2008

10 dicembre - 11:56

L'operazione dei carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana ha permesso di individuare i due malviventi che ora sono stati arrestati. A scoprire che qualcosa non andava è stato il figlio che ha poi installato delle telecamere a casa della madre. Il procuratore Sandro Raimondi: "Le forze dell'ordine ci sono e ci saranno sempre per tutelare i cittadini da queste truffe e un'attenzione particolare si avrà sempre di più nei confronti degli anziani"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato