Contenuto sponsorizzato

Arriva la neve? Cna chiede chiede di non bloccare Autostrade e strade: ''Si intervenga con spargisale e lame sgombraneve''

Mentre le previsioni annunciano l'arrivo di una forte perturbazione la Fita Trentino Alto Adige teme il blocco delle strade e quindi delle merci. Cavallaro: ''Sia questa l'estrema ratio. Prima si tenti di mantenere percorribile la viabilità''

Pubblicato il - 19 dicembre 2019 - 17:28

BOLZANO. Spargimento di sale e interventi con le lame sgombraneve: in poche parole no alle chiusure delle strade per le precipitazioni nevose per evitare che si paralizzi la circolazione soprattutto dei mezzi pesanti. Sono queste le richieste che arrivano, proprio mentre si attende un pesante peggioramento delle condizioni meteorologiche, da Cna Fita Trentino Alto Adige con il referente Piero Cavallaro che sollecita così lo Stato e le Province Autonome di Trento e Bolzano a garantire la regolare circolazione dei mezzi pesanti.

 

“Lo Stato e le Province – afferma Cavallaro - devono vigilare affinché i gestori di strade e autostrade attuino in modo tempestivo tutte le procedure tecniche in caso di neve. È fondamentale garantire lo spargimento di sale e l’intervento delle lame sgombraneve. Le risorse umane a disposizione devono essere coerenti con un pronto ed efficacie intervento che, in occasione di precipitazioni nevose, garantisca la circolazione dei mezzi pesanti. Ove necessario devono prontamente essere attivare convenzioni per l’affidamento a terzi dei lavori di salatura e sgombero neve. Occorre anche assicurare urgentemente il ripristino della regolare circolazione nei tratti autostradali interessati da lavori e da altre criticità”.

 

Il referente regionale Cna Fita chiede inoltre che i rappresentanti degli autotrasportatori facciano parte dei Comitati Operativi Viabilità (Cov) per contribuire al superamento di particolari e specifiche criticità.

 

“Inoltre – aggiunge Cavallaro - deve essere completata l’implementazione dell’archivio nazionale delle strade in modo da facilitare l’individuazione di percorsi alternativi anche in caso di precipitazioni nevose. In generale ma soprattutto in questo particolare momento, tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni di pianificazione della circolazione devono operare per migliorare i propri standard, in modo tale che il blocco temporaneo dei mezzi pesanti a tutela della sicurezza della circolazione, sia effettivamente l’ultima ratio dell’azione attuata da Prefetti e Società Autostrade in caso di precipitazioni nevose”. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 gennaio - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

23 gennaio - 18:42

Cala il numero dei pazienti in ospedale ma sale quello delle terapie intensive. Altri 6 decessi. Sono state registrate 24 dimissioni e 187 guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato