Contenuto sponsorizzato

Attraversa i binari in bici e prende a pugni un macchinista che lo richiama. Paura in stazione

E' successo stamane verso le 5 nella stazione dei treni di Bolzano. Il macchinista, mentre stava compiendo i controlli prima della partenza, è stato attaccato senza motivo e preso a pugni. Caduto sul locomotore, ha ricevuto una prognosi di cinque giorni

Di Davide Leveghi - 18 agosto 2019 - 16:50

BOLZANO. Momenti di paura, questa mattina attorno alle 5, per un macchinista di Trenitalia, aggredito mentre stava svolgendo le operazioni di controllo e messa in sicurezza preliminari alla partenza, sul treno regionale veloce 2251 in direzione Bologna Centrale. A denunciare l'accaduto è il sindacato dei macchinisti Orsa.

 

Le ragioni dell'aggressione sarebbero legate allo stato di alterazione dell'aggressore, ammonito perché aveva attraversato i binari in bici. Visto il macchinista che prendeva il telefono, spaventato dalla possibilità che chiamasse la polizia ferroviaria, l'uomo ha attaccato il ferroviere, sferrandogli un pugno e facendolo cadere con schiena e testa contro il locomotore.

 

Immediata la chiamata della Polfer da parte del capotreno in servizio, mentre il macchinista è stato accompagnato al pronto soccorso, dove gli è stata data una prognosi di 5 giorni.

 

Una situazione non nuova, denuncia l'Orsa, a cui non si sono ancora date risposte adeguate- nonostante le ripetute richieste- come l'installazione dei tornelli ai binari e un'intensificazione dei controlli da parte delle forze dell'ordine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 febbraio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 febbraio - 12:19

Gli autonomisti presentano una mozione per aderire al Manifesto della comunicazione non ostile: “In questo periodo di forte conflittualità è tempo di arginare la dilagante violenza verbale che coinvolge anche alcuni esponenti della politica, speriamo che la nostra proposta venga condiviso anche dalla Giunta”

27 febbraio - 16:23

Il giovane stava lavorando nei boschi di Campo Tures con il padre. Troppo gravi le sue ferite, è morto nel primo pomeriggio all'ospedale di Brunico 

27 febbraio - 12:59

Il riscaldamento globale sta creando più guai del previsto. Circa un terzo del carbonio presente sul pianeta, intrappolato nel Mar Glaciale Artico sotto forma di metano e anidride carbonica, minaccia di liberarsi in atmosfera

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato