Contenuto sponsorizzato

Attraversa i binari in bici e prende a pugni un macchinista che lo richiama. Paura in stazione

E' successo stamane verso le 5 nella stazione dei treni di Bolzano. Il macchinista, mentre stava compiendo i controlli prima della partenza, è stato attaccato senza motivo e preso a pugni. Caduto sul locomotore, ha ricevuto una prognosi di cinque giorni

Di Davide Leveghi - 18 agosto 2019 - 16:50

BOLZANO. Momenti di paura, questa mattina attorno alle 5, per un macchinista di Trenitalia, aggredito mentre stava svolgendo le operazioni di controllo e messa in sicurezza preliminari alla partenza, sul treno regionale veloce 2251 in direzione Bologna Centrale. A denunciare l'accaduto è il sindacato dei macchinisti Orsa.

 

Le ragioni dell'aggressione sarebbero legate allo stato di alterazione dell'aggressore, ammonito perché aveva attraversato i binari in bici. Visto il macchinista che prendeva il telefono, spaventato dalla possibilità che chiamasse la polizia ferroviaria, l'uomo ha attaccato il ferroviere, sferrandogli un pugno e facendolo cadere con schiena e testa contro il locomotore.

 

Immediata la chiamata della Polfer da parte del capotreno in servizio, mentre il macchinista è stato accompagnato al pronto soccorso, dove gli è stata data una prognosi di 5 giorni.

 

Una situazione non nuova, denuncia l'Orsa, a cui non si sono ancora date risposte adeguate- nonostante le ripetute richieste- come l'installazione dei tornelli ai binari e un'intensificazione dei controlli da parte delle forze dell'ordine.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 settembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 settembre - 16:50

Zanetti è stato ritenuto “colpevole” di aver espresso solidarietà alla senatrice, recentemente passata da Forza Italia al nuovo gruppo fondato da Matteo Renzi, ma lui sottolinea: “Per capire serve cultura politica, c'è chi ce l'ha e chi no, per i secondi il silenzio è d'oro”

22 settembre - 14:57

Nelle sole due serate si sono superate le 22mila presenze. Alta la partecipazione anche a Poplar Cult nella fascia pomeridiana. Presenti persone di tutte le età e moltissime famiglie. Bocchio: "E' andato tutto bene e il successo di quest'anno dimostra un consolidamento del festival anche grazie al rapporto con le istituzioni". L'evento è stato seguito da Euregio Group che lo ha raccontato attraverso il Dolomiti, Radio Nbc, Radio Italia Anni 60 e Trentino Tv

22 settembre - 17:08

Poche ore fa il lancio su Facebook ed è subito partito il tam-tam della rete. C'è mistero sulla trama: dovrebbe trattarsi di una serie drammatica e dai risvolti sovrannaturali. Head writer è Ezio Abbate sceneggiatore di Suburra la Serie 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato