Contenuto sponsorizzato

Aveva preso in contromano la strada, divelto un semaforo e abbattuta diversa segnaletica, fermato il pullman ''impazzito''

Diverse le vetture, le moto e i ciclisti che si sono trovati davanti il pullman, ma anche i testimoni che hanno assistito ai vari danneggiamenti. I vigili del fuoco di zona erano entrati in azione per risolvere i danni, mentre la collaborazione tra polizia locale delle Giudicarie e stradale ha permesso di bloccare il mezzo ad Affi

Pubblicato il - 27 agosto 2019 - 14:18

PONTE ARCHE. E' stato fermato all'altezza del casello autostradale di Affi, il pullman che nella giornata di sabato 24 agosto ha seminato paura e scompiglio in val Giudicarie.

 

Il conducente del pullman a causa di un malore o un colpo di sono si è reso protagonista di diversi danneggiamenti al patrimonio per migliaia di euro, senza considerare quelli al mezzo.

 

Nel suo tragitto tra Comano e le Sarche, il mezzo aveva divelto un semaforo, abbattuta diversa segnaletica lungo la strada e quindi aveva preso contromano l'arteria che collega le Giudicarie alla valle dei Laghi.

 

Diverse le vetture, le moto e i ciclisti che si sono trovati davanti il pullman, ma anche i testimoni che hanno assistito ai vari danneggiamenti. 

 

Immediato l'allarme e sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di zona per cercare di sistemare gli ingenti danni, mentre la polizia locale delle Giudicarie, coordinata dal comandante Carlo Marchiori, ha immediatamente avviato le indagini per risalire all'autore dei danneggiamenti.

 

Un'operazione "vecchia scuola" tra la raccolta testimonianze e la ricostruzione dell'itinerario del pullman. Una volta risaliti alla ditta, gli agenti trentini hanno interessato la polizia stradale.

 

La stradale è quindi entrata in azione lungo la tratta autostradale. Il mezzo, fortemente danneggiato, è stato fermato in A22 all'altezza del casello di Affi.

 

Una collaborazione tra forze di polizia, cittadini e tempestività di intervento che ha permesso di bloccare il pullman in fuga nel giro di pochissimo tempo.

 

Fortunatamente nelle pericolosissime manovre, nessun altro mezzo o persona è rimasta coinvolta per quella che sarebbe potuta essere una tragedia, restano soltanto i danni, ingenti, tra pullman, segnaletica e semaforo.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 20:30
Trovati 11 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 44 guarigioni. Sono 248 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 giugno - 20:04
Dopo una ricostruzione della disciplina vigente, la Pat riconduce la regola per le zone bianche al Dpcm secondo il quale il coefficiente [...]
Cronaca
13 giugno - 19:43
L'allerta è scattata all'altezza di Vadena lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo dei vigili del fuoco di Egna ma l'auto è finita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato