Contenuto sponsorizzato

Base Jumper resta con la vela bloccato in parete, difficile intervento di recupero per il soccorso alpino

Se l'elicottero si fosse avvicinato troppo all'uomo ferito avrebbe rischiato, con lo spostamento d'aria di gonfiare la vela. Due tecnici si sono quindi calati in corda doppia dall'alto

Pubblicato il - 27 aprile 2019 - 21:58

BRENTO. Si è lanciato dal Becco dell'Aquila ma qualcosa è andato storto la vela si è impigliata sulla parete e lui è rimasto bloccato. A quel punto è stato dato l'allarme da altri base jumper e sul posto è stato immediatamente mandato l'elisoccorso per un'operazione di recupero che si è rivelata molto complessa e articolata terminata intorno alle 21.30. Erano circa le 19.15 quando dal Brento è partita la chiamata ai soccorsi: un base jumper era ferito appeso a una parete nella zona del Pilastro Magro.

 

Subito è stato allertato il soccorso alpino dell'area Trentino Meridionale il cui coordinatore ha chiesto l'intervento dell'elisoccorso per andare a recuperare l'uomo bloccato sullo strapiombo. L'intervento, però, presentava diverse problematiche. L'elicottero era chiaramente l'unico modo che gli operatori avevano per raggiungere il base jumper però il mezzo era, allo stesso tempo, impossibilitato ad avvicinarsi troppo alla parete. Il vento spostato dalle pale, infatti, avrebbe rischiato di gonfiare la vela dell'uomo mettendolo in serissimo pericolo. 

 

Le operazioni, durate quasi due ore, si sono, quindi, svolte in questo modo. Prima l'elicottero è salito sul Brento per bloccare gli altri base jumper ed evitare che qualcun altro si lanciasse mentre loro stavano operando. Poi due tenici dell'elisoccorso (di solito a bordo se ne trova uno ma in questo caso ne sono stati portati due) si sono calati dall'alto in corda doppia lungo la parete e hanno raggiunto il ferito e lo hanno messo in sicurezza. A quel punto l'elicottero si è rialzato in volo e con un verricello rinforzato, molto più lungo del normale, sono stati recuperati i tre uomini da un'altezza di oltre 100 metri sopra il ferito.

 

Caricati i due tecnici e il base jumper l'elicottero si è diretto a Mattarello dove li aspettava un'ambulanza che ha portato al Santa Chiara il ferito, fortunatamente, non in gravi condizioni.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 04:01

In Trentino il turismo è un settore strategico, pesa per il 20% del Pil provinciale, il periodo di Natale e Capodanno vale un terzo della stagione invernale e il "buco" in caso di chiusura tout-court viene valutato in 1 miliardo. Un danno che si aggiunge alla primavera cancellata e l'estate oltre le aspettative ma in fortissimo calo: si stima di aver bruciato tra indotto diretto e indiretto circa 280 milioni di euro e mezzo miliardo da marzo

24 novembre - 19:26

Sono 478 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 42 pazienti sono in terapia intensiva e 51 in alta intensità. Sono stati trovati 143 positivi a fronte dell'analisi di 2.235 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,4%

24 novembre - 19:49

Un'operazione di questo tipo non era mai stata messa in campo nemmeno nella prima ondata ma la situazione è preoccupante e i positivi sono diversi sia tra i permanenti che nella protezione civile. Lo screening con tamponi molecolari avverrà a partire da mercoledì

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato