Contenuto sponsorizzato

Bloccati nel limbo di neve e nebbia: dopo una notte all’addiaccio recuperati i due giovani alpinisti intrappolati sulle Dolomiti Friulane

Vittime della disavventura un ragazzo e una ragazza che stavano affrontando la scalata di Cima dei Preti ma che si sono trovati improvvisamente bloccati da una fitta nebbia che ha impedito loro di proseguire. La visibilità era così scarsa che nemmeno l’elicottero poteva intervenire

Pubblicato il - 03 novembre 2019 - 09:55

BELLUNO. Sono stati recuperati nel pomeriggio di ieri ma due giovani alpinisti se la sono vista davvero brutta: si tratta di un ragazzo e una ragazza rimasti intrappolati sulla Cima dei Preti. La montagna in questione fa parte della Prealpi Carniche, con i suoi 2.703 metri di quota, che la rendono la cima più alta delle Dolomiti Friulane, ogni anno attira molti scalatori che si cimentano con le sue sporgenze.

 

Questo è quanto accaduto anche l’altro ieri quando due alpinisti hanno iniziato l’ascesa alla cima lungo Via dei Triestini, ad un certo punto però, si è alzata una fitta nebbia che ha impedito loro di proseguire.

 

I due giovani sono rimasti bloccati in un limbo bianco che rendeva impossibile tanto la discesa quanto la salita in quota. Il ragazzo e la ragazza hanno passato un’intera notte all’addiaccio, dopodiché visto che la nebbia non accennava a diradarsi, hanno scelto di lanciare l’allarme prontamente recepito dal soccorso alpino veneto.

 

 

La montagna si trova esattamente sul confine tra Friuli Venezia Giulia e Veneto, tra le province di Pordenone e Belluno, per questo sono state attivate anche le squadre friulane. La presenza della nebbia però rendeva impossibile l’intervento dell’elicottero per questo i soccorritori sono stati chiamati a loro volta ad una complessa scalata per raggiungere i due giovani, ormai duramente provati dalle condizioni climatiche avverse.

 

Per farsi un’idea delle condizioni estreme nelle quali si sono trovati loro malgrado i due scalatori basti sapere che nella notte è caduta anche un po’ di neve, che ha imbiancato la Cima dei Preti. 

 

Ad ogni modo ciò non ha fermato il soccorso alpino che introno alle 15e30 ha raggiunto i giovani. La squadra della Valcellina salita dalla Val Cimoliana iniziando le operazioni di recupero e messa in sicurezza.

 

 

Nel frattempo altri quattro soccorritori, partiti dal bivacco Greselin lungo la via di salita normale (800 metri di dislivello), sono andati incontro ai colleghi una volta che i due gruppi si sono riuniti è iniziata la discesa assieme ai due alpinisti salvati.

 

Una volta tornati al bivacco Greselin ad attenderli c’era un terzo gruppo di soccorritori che aveva portato con sé altri viveri e abbigliamento di rinforzo. Dopo aver rifiatato le operazioni hanno potuto concludersi nel migliore dei modi, i soccorritori e i due giovani hanno potuto fare ritorno a casa. Fortunatamente, stanno tutti bene e nessuno si è fatto male.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato