Contenuto sponsorizzato

Bonifica bellica davanti alla stazione di Rovereto, per almeno 4 mesi disagi prima di avviare i lavori al sottopasso

Da lunedì comincerà un'operazione di indagine magnetica per verificare che non si nascondano ordigni inesplosi nella zona di Piazzale Orsi. Ecco cosa accadrà

Pubblicato il - 25 maggio 2019 - 13:07

ROVERETO. Da lunedì comincerà un'operazione di indagine magnetica in vista della realizzazione del sottopasso ciclopedonale in Piazzale Orsi a Rovereto. Si tratta di una bonifica bellica che, in assenza di ritrovamento di ordigni, dovrebbe concludersi entro la metà di settembre.

 

La zona, d'altronde, è stata soggetta a bombardamenti e così, Provincia e Comune di Rovereto, dopo aver visionato le fotografie delle operazioni di bombardamento relative alla seconda guerra mondiale ed essendo le aree in questione in prossimità della linea ferroviaria Verona-Brennero, non possono escludere a priori la possibilità di ritrovare ordini bellici inesplosi. 

 

 

Si ricorderà, tra le altre cose, che l'originario palazzo della stazione ferroviaria di Rovereto, risalente al 1859 fu distrutto proprio dai bombardamenti aerei durante la seconda guerra mondiale. Le operazioni di bonifica bellica consistono nell’eseguire, previo verifica strumentale, fori del diametro presunto di 12/15 centimetri, profondi da 5 a 7 metri, ubicati secondo una maglia quadrata con lato variabile da 2 metri a 2.8 metri, al termine delle quali, se non venissero riscontrati ordini bellici, vi sarà il collaudo redatto dal Genio Militare.

 

Per procedere a tali lavorazioni, verranno di volta in volta chiusi e deviati i percorsi pedonali esistenti e l’interferenza col traffico veicolare della Ss 12 del Brennero verrà gestita con restringimenti di carreggiata ad una corsia per senso di marcia e gestiti con movieri e polizia municipale, unicamente per il periodo necessario alle operazioni sul sedime stradale, il tutto per ridurre al minimo il disturbo e disagio alla popolazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 20:21

La diffusione del virus Comune per Comune: a Rovereto 11 casi, 8 a Trento. La Provincia di Trento maglia nera fra i territori italiani per quanto riguarda l’incidenza. Ecco la mappa dei contagi sul territorio

27 settembre - 18:22

Davide Bassi, ex rettore dell'Università di Trento, di fronte alla crescita dei contagi in Regione nelle ultime settimane, si è interrogato sulle modalità di somministrazione dei tamponi. Farne tanti è infatti sempre una garanzia di una più efficace strategia di contenimento del virus? La risposta è scettica e fa riflettere sul modo con cui la Giunta Fugatti ha comunicato in questi mesi di emergenza. "Non serve farne tanti ma alle persone giuste"

27 settembre - 19:55

Continuano a crescere in Alto Adige i casi di strutture scolastiche e per l'infanzia costrette a chiudere per l'insorgenza di contagiati tra gli alunni. Dopo i due nuovi positivi riscontrati in due istituti superiori di Bressanone e la chiusura per 2 settimane del Gandhi di Merano, anche l'asilo Moos di Sesto dovrà chiudere i battenti per la sanificazione. 13 i bambini in isolamento, assieme al personale della materna

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato