Contenuto sponsorizzato

Cade e ruzzola nel bosco, gli escursionisti non sanno dove si trovano e i vigili del fuoco si fanno inviare la posizione su Whatsapp. Salvata un'80enne

La donna si trovava in compagnia di un adulto e un bambino, conoscenti dell'80enne bresciana, che hanno lanciato l'allarme intorno alle 18.30 di martedì 20 agosto. Sul posto vigili del fuoco di Lardaro e Roncone, il soccorso alpino e l'elicottero

Pubblicato il - 21 agosto 2019 - 11:29

LARDARO. Serata di lavoro per la macchina dei soccorsi nell'area dell'alta val di Chiese, una 80enne è scivolata nel bosco in una zona impervia per ruzzolare alcuni metri in un pendio.

 

La donna si trovava in compagnia di un adulto e un bambino, conoscenti dell'80enne bresciana, che hanno lanciato l'allarme intorno alle 18.30 di martedì 20 agosto.


Tempestivo l'intervento dei vigili del fuoco di Lardardo e il corpo di Roncone per localizzare la ferita. Il gruppo di escursionisti, infatti, non sapeva dire in che zona si trovassero.

 

Una ricerca complessa a causa della zona di intervento e le scarse informazioni a disposizione dei soccorsi, così per accelerare il ritrovamento e l'intervento dei sanitari, il comandante dei pompieri di Lardaro, Paolo Viviani, è riuscito a farsi inviare dall'uomo che accompagnava l'80enne la posizione su Whatsapp.

 

Le unità di terra si sono così portate dalla ferita per mettere in sicurezza l'area e prestare la prima assistenza alla ferita.

 

La donna è stata immobilizzata e coperta fino al veloce arrivo del soccorso alpino . Ma a causa della zona impervia dell'intervento e la difficoltà nel spostare la ferita, i soccorsi hanno deciso di far intervenire anche l'elicottero, che si è levato in volo da Trento per raggiungere nel giro di pochi minuti l'alta val del Chiese.


L'equipe medica ha quindi immobilizzato e stabilizzato la ferita, trovata con diverse escoriazioni e botte, ma soprattutto sotto shock per l'incidente.

 

Dopo le prime cure, la donna è stata trasportata all'elicottero e da lì è stata accompagnata all'ospedale Santa Chiara di Trento per accertamenti e approfondimenti.

 

La grande collaborazione e conoscenza del territorio tra vigili del fuoco di Lardaro, Roncone, le unità di soccorso alpino e personale medico, unito al tempestivo intervento della macchina dei soccorsi, ha permesso di terminare le operazioni di recupero prima del tramonto e evitare eventuali criticità all'operazione di recupero.


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
24 giugno - 16:42
La senatrice ha interessato  i ministeri della Salute, del Lavoro e delle politiche sociali e della Giustizia. La giovane ginecologa di 31 [...]
Cronaca
24 giugno - 14:42
E' successo la scorsa notte e tutta la scena è stata ripresa dalle telecamere del locale. Fortunatamente l'arrivo del titolare ha fatto scappare [...]
Ricerca e università
24 giugno - 15:37
Per la prima volta i ricercatori hanno usato gli organoidi realizzati in laboratorio, allo scopo di ricreare tessuto cerebrale tumorale in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato