Contenuto sponsorizzato

Cede il balcone, papà e bimba di 2 anni fanno un volo di 3 metri

E' successo nella tarda serata di ieri. Nonostante le botte e la tanta paura i due sono rimasti coscienti. Entrambi sono stati elitrasportati all'ospedale di Trento 

Pubblicato il - 08 luglio 2019 - 08:24

TESERO. Tragedia sfiorata ieri sera in centro a Tesero dove padre e bimba di due anni hanno fatto un volo di tre metri riportando, fortunatamente, ferite non gravi.

 

Il fatto è accaduto attorno alle 21.30. Il padre si trovava sul balcone con la bimba quando, ad un certo punto, una parte è ceduta facendo piombare sull'asfalto l'uomo e la piccola di soli 2 anni.

 

Nonostante le botte e la paura i due sono rimasti coscienti. Immediatamente è stato dato l'allarme da Trento si è alzato in volo l'elicottero con il personale sanitario che è stato portato alla piazzola di Tesero per poi essere trasferito nel luogo dell'incidente grazie al supporto dei vigili del fuoco.

 

Sia il padre che la bimba sono stati elitrasportati all'ospedale di Trento. Sul posto anche i carabinieri di Cembra per ricostruire l'accaduto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato