Contenuto sponsorizzato

Cercano di truffare la Provincia e 'gonfiano' le telefonate del call center per farsi pagare di più

L'accusa è rivolta alla società che gestisce il call center della Motorizzazione. Centinaia di chiamate anonime per farsi poi pagare di più  il servizio 

Pubblicato il - 31 ottobre 2019 - 08:31

TRENTO. Gonfiavano le telefonate del call center della Motorizzazione che avevano in gestione per farsi pagare di più dalla Provincia. Questa l'accusa a due soggetti di una società, l'amministratore delegato e il responsabile del servizio, che per diversi mesi hanno avuto nel mirino il call center della Motorizzazione di Trento.

 

A capire che qualcosa non andava è stata la Provincia vedendo ad un cento punto un vero e proprio picco di telefonate.

 

I due infatti, facendosi aiutare da alcune persone, facevano quotidianamente centinaia di telefonate anonime alla Motorizzazione facendo in questo modo lievitare la somma che la Provincia avrebbe dovuto pagare per il servizio.

 

Il contratto prevede infatti poco più di un euro per ogni chiamata e un fisso per gli interventi tecnici.

 

L'accusa che viene rivolta ai due imputati ora è quella di truffa.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 16:59

Una grossa valanga si è staccata sul versante del Dosso di Costalta che dà verso l'Altopiano di Pinè, travolgendo 4 scialpinisti. I due rimasti illesi hanno estratto un compagno, mentre l'altro chiamava i soccorsi. In 2 sono stati elitrasportati all'ospedale per accertamenti

23 gennaio - 16:50

Sono stati tre gli scialpinisti che nel corso di questo pomeriggio sono stati portati in salvo dal soccorso alpino. L'allarme è arrivato alla Centrale unica di emergenza attorno alle 13

23 gennaio - 13:44

L'allerta è scattata intorno alle 12.45 di oggi, sabato 23 gennaio, in zona del Dosso Costalta, parte sud-occidentale del Lagorai tra l’altopiano di Pinè e la val dei Mocheni. Sono in corso le operazioni e le attività di soccorso

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato