Contenuto sponsorizzato

Cristiano Ronaldo a Luxottica? No, nel bellunese è arrivato il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg

Sulle motivazioni della visita nessuna indiscrezione da parte delle due società. E' atterrato in elicottero con il patron Leonardo Del Vecchio

Pubblicato il - 10 maggio 2019 - 17:33

BELLUNO. Una vera e proprio sorpresa quella di ieri a Luxottica che ha accolto il fondatore e numero uno di Facebook, Mark Zuckerberg, al suo quartier generale di Agordo.

 

Il proprietario di un enorme impero nel mondo dei social è arrivato in elicottero da Milano assieme al patron dell'azienda, Leonardo Del Vecchio. Una visita che ha destato molta curiosità. In un primo momento si pensava che il vip arrivato a Luxottica fosse il famoso calciatore Cristiano Ronaldo.

 

Non si conoscono le motivazioni che avrebbero portato Zuckerberg nel bellunese ma tra le ipotesi che sono iniziate a circolare immediatamente in rete il possibile tentativo da parte di Facebook di ripercorrere l'esperimento di Google con gli occhiali 'intelligenti'.

 

Da parte delle  due società al momento massimo riserbo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato