Contenuto sponsorizzato

Degenera una lite e viene sparato un colpo: paura in un parcheggio di Bolzano

Due uomini sono venuti alle mani nel parcheggio di via Buozzi. L'uno ha sferrato un pugno sul volto, l'altro ha risposto estraendo la pistola ed esplodendo un colpo, che, di rimbalzo, ha preso l'auto di due turisti. Fermato lo sparatore

Di Davide Leveghi - 07 agosto 2019 - 18:35

BOLZANO. Paura a Bolzano dove una lite è degenerata concludendosi con lo sparo di un colpo di pistola. È avvenuto verso le 17 nel parcheggio dell'Interspar di via Buozzi. Sul posto sono accorse subito le volanti della Squadra mobile della polizia, della guardia di finanza e dei carabinieri, le quali sono riuscite a fermare l'autore del gesto.

 

Secondo le prime informazioni, il colpo sarebbe stato esploso a seguito di una collutazione. Il responsabile, colpito al volto da un pugno, avrebbe sparato all'altro, mancandolo e colpendo di rimbalzo l'auto di due turisti bolognesi, a bordo della vettura al momento del fatto.

 

Mentre l'uomo autore del gesto è stato fermato dalle forze dell'ordine, dell'altro si sono perse le tracce. Schivato il colpo, infatti, è immediatamente fuggito dal luogo della lite a bordo della sua auto.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato