Contenuto sponsorizzato

Donna incinta si sente male in un rifugio, soccorsa con la motoslitta

La donna, una turista che stava soggiornando con il compagno in un rifugio d’alta quota in località Malghet aut, si è sentita male attorno all'1 di notte. L'intervento del soccorso alpino che è riuscito a raggiungerla con la motoslitta per le prime cure sanitarie e per trasportarla poi all'ambulanza

Pubblicato il - 02 marzo 2019 - 11:15

FOLGARIDA. Intervento notturno da parte del Soccorso alpino trentino in aiuto a una ragazza incinta.

 

La donna, una turista romana del 1982, stava soggiornando con il compagno in un rifugio d’alta quota in località Malghet aut , nella zona di Folgarida in Val di Sole, quando ha cominciato ad accusare dei dolori.

 

E' successo attorno all'una e immediatamente è stato il Numero Unico per le Emergenze 112.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino Occidentale del Soccorso Alpino ha attivato una squadra di terra che ha accompagnato il personale sanitario da Folgarida fino allo chalet lungo le piste, con la motoslitta.

 

Dopo le prime cure sanitarie, la donna è stata imbarellata e accompagnata in motoslitta fino a Folgarida, dove è stata consegnata all’ambulanza per il trasporto all'ospedale di Cles.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 novembre - 20:27

Sono 448 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 44 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 265 positivi a fronte dell'analisi di 3.695 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 7,2%

29 novembre - 17:22
Sono stati analizzati 3.695 tamponi, 265 i test risultati positivi. Il rapporto contagi/tamponi si attesta al 7,2%. Altri 12 decessi, il bilancio è di 236 morti in questa seconda ondata
29 novembre - 19:23

Si trovava con un amico lungo il sentiero quando ha improvvisamente perso l’equilibrio precipitando per oltre 200 metri. Quando i soccorritori sono riusciti a raggiungerlo purtroppo per il 55enne non c’era più nulla da fare, troppo gravi le ferite riportate

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato