Contenuto sponsorizzato

Doppia tragedia sul Garda, morti due turisti colti da malore

La doppia tragedia è avvenuta ieri una sopra Salò l'altra a Malcesine. Nel primo caso un turista tedesco ha perso la vita sotto gli occhi della moglie

Pubblicato il - 15 giugno 2019 - 19:57

MALECESINE. Due malori a poche ore di distanza e due turisti stranieri che hanno perso la vita sul lago di Garda. Ieri le tragedie, oggi emergono i dettagli di quanto accaduto e le generalità dei due uomini. Intorno alle 12 un 53enne tedesco si è tuffato in acqua nella spiaggia del Rimbalzello, sopra Salò.

 

L'uomo, Hans Joachin Wolff, mentre nuotava ha avvertito un malore e ha cominciato a sbracciare chiedendo aiuto. Subito si sono gettati in acqua il personale della spiaggia e alcuni bagnanti e lo hanno raggiunto per afferrarlo e riportarlo a riva. Una volta a terra sono cominciate le procedure di rianimazione che, però, si sono rivelate vane. L'uomo era già deceduto sotto gli occhi disperati dalla moglie e dei bagnanti rimasti sotto shock per quanto accaduto.

 

Poche ore dopo, sull'altro versante del Lago, a Malcesine, a perdere la vita è stato un 40enne polacco. Erano quasi le 17 quando in spiaggia, nei pressi del Lido Paina, è scattato l'allarme. L'uomo ha accusato un malore e si è accasciato a terra. Subito sono stati chiamati i soccorsi con il personale del 118 che hanno tentato di rianimarlo ma senza riuscirci.

 

Il tutto, ancora una volta, sotto gli occhi degli altri bagnanti presenti sul posto. I carabinieri hanno raggiunto il luogo della tragedia per appurare la dinamica di quanto accaduto anche se la causa della morte sarebbe da ricondurre a un arresto cardiocircolatorio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 ottobre - 15:58

Il presidente della regione Veneto ha commentato i dati odierni (oltre 1.100 contagi e 3 morti) e spiegato che secondo lui sarebbe stato meglio chiudere i centri commerciali che gli esercenti della ristorazione. E sul virus ha aggiunto: ''Va affrontato per quello che è: per noi l'emergenza sanitaria non c'è. Non c'è in Veneto''

26 ottobre - 15:45

E' successo pochi minuti prima di mezzogiorno. Sul posto si sono portati  i carabinieri, i vigili del fuoco di Grigno e i soccorsi sanitari. Il ragazzo dopo essersi ripreso è stato stabilizzato ed elitrasportato all'ospedale di Trento 

26 ottobre - 14:52

Il nuovo Dpcm mette nero su bianco la chiusura di teatri e cinema. In queste ore verrà fatta conoscere la nuova ordinanza di Fugatti e si capirà se la strada seguita è quella di Bolzano con la deroga alle regole nazionali o Roma

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato