Contenuto sponsorizzato

Durante la settimana operaio e poi nel weekend vendeva cocaina. Arrestato un 50enne

L'uomo è stato bloccato mentre stava vendendo alcuni grammi di cocaina ad un 35enne. Per il pusher sono scattate immediatamente le manette. Segnalato al Commissariato il giovane 

Pubblicato il - 09 settembre 2019 - 09:58

ROVERETO. Durante la settimana faceva l'operaio mentre nel weekend si trasformava in pusher. Un uomo di 50 anni, italiano, è stato arrestato dai carabinieri di Rovereto in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L'arresto è avvenuto venerdì sera alle 23 quando durante un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanza stupefacente nella Vallagarina, non lontano da un esercizio pubblico di Rovereto, hanno sorpreso l'uomo mentre stava cedendo un involucro ad un giovane, un 35enne residente nel capoluogo, che, in cambio, gli consegnava del denaro.

 

I carabinieri dopo essersi accorti di quello che stava accadendo sono intervenuti immediatamente per bloccare entrambi.

 

Il 50enne aveva ancora in mano numerose banconote da 50, 20 e 10 euro e circa 6 grammi di cocaina. Il 35enne, invece, ha tentato inutilmente di liberarsi di un involucro contenente cocaina del peso di 60 grammi.

 

I militari, arrivati nell'abitazione del pusher hanno trovato altri 45 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento delle dosi e la ragguardevole somma di circa 5 mila euro ritenuta provento di pregresse attività delittuose che lo stesso aveva posto in essere.

 

Al termine delle operazioni, la sostanza stupefacente rinvenuta è risultata del peso di poco più di mezzo etto, oltre a questo in totale 5.500 euro in totale. Il tutto è stato posto sotto sequestro.

 

Per il 50enne sono subito scattate le manette con l’accusa di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. Lo stesso è stato posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che lo ha immediatamente collocato agli arresti domiciliari. L’acquirente dello stupefacente è stato segnalato, in qualità di assuntore, al Commissariato del Governo di Trento. Si stima che il quantitativo di droga sequestrato, smerciato al dettaglio, avrebbe potuto fruttare diverse migliaia di euro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 giugno - 06:01
L'analisi di tutti i dati della campagna vaccinale per fasce d'età e il confronto con la settimana precedente. La Pat ora deve concentrare [...]
Cronaca
17 giugno - 08:59
Sono arrivate nelle scorse ore le nuove nomine dell'arcivescovo di Trento Tisi. Si tratta dei nuovi ruoli che i sacerdoti avranno sul nostro [...]
Cronaca
16 giugno - 19:59
Nicola Paoli (Cisl medici): "I parenti hanno riferito in televisione che la vicenda riguarda [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato