Contenuto sponsorizzato

Esercizi commerciali etnici, ancora controlli in centro città. Sequestrati 65 chili di merce deperibile

I controlli sono avvenuti nelle ultime due settimane ed hanno visto l'impegno di un gruppo interforze coordinato dalla Questura. Sono state elevate 21 contravvenzioni per diverse violazioni sia a carattere amministrativo che sanitario

Pubblicato il - 21 giugno 2019 - 11:13

TRENTO. Sono tredici gli esercizi commerciali etnici che sono stati interessati nelle ultime settimane da dei controlli che hanno visto l'impegno di un gruppo interforze coordinato dalla Questura, a seguito di uno specifico tavolo tecnico, composto dalla polizia di stato, dall’arma dei carabinieri, dalla guardia di finanza, dalla polizia locale di Trento, dal dipartimento di prevenzione della Azienda Provinciale Servizi sanitari e dall’Ufficio Ispettivo del Lavoro della Provincia.

 

L'obiettivo è stato quello di porre in essere degli interventi per il contrasto degli episodi di illegalità diffusa, soprattutto nelle zone del centro cittadino. Fenomeni di irregolarità e degrado al fine di una maggiore percezione della sicurezza da parte della cittadinanza.

Gli accertamenti, come già detto, hanno interessato 13 esercizi commerciali. Sono state elevate 21 contravvenzioni per diverse violazioni sia a carattere amministrativo che sanitario. È’ stata, infine, sequestrata merce deperibile per circa 65 chilogrammi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 25 Settembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 settembre - 05:01

Piazza Dante tergiversa, approfondisce in attesa di chissà quale illuminazione. La legge è stata licenziata a luglio, il Tar ha accolto i ricorsi di diversi esercizi commerciali a inizio settembre, ma ancora si decide di non decidere

26 settembre - 20:43
La componente verde appare più cauta in attesa del vertice di lunedì, un appuntamento nel quale c'è una valutazione sull'andamento delle elezioni. Coppola: "Lasciamo piena libertà di scelta alle sezioni territoriali e non ci sono direttive a livello provinciale. Auspichiamo che i cittadini possano votare per il bene della città"
26 settembre - 20:28

La vetta della classifica resta saldamente in mano al Nordest con Bolzano che si conferma prima e Trento al terzo posto. Belluno, invece, si piazza al 32esimo posto, penalizzato quasi in tutte categorie. Brilla, però, con 5 punti su 5, nella categoria Sicurezza e Legalità: un risultato migliore anche rispetto ai due capoluoghi del Trentino - Alto Adige

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato