Contenuto sponsorizzato

Fermato un 47enne latitante in Valsugana. A dicembre era stato colpito da un ordine di custodia cautelare in carcere

L'operazione dei carabinieri insospettiti da una macchina.  Il 47enne è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Trento

Pubblicato il - 03 giugno 2019 - 16:28

BORGO VALSUGANA. I carabinieri sono riusciti a bloccare un 47enne latitante che lo scorso dicembre era stato colpito da un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Procura di Udine.

 

I carabinieri del nucleo radiomobile di Borgo Valsugana e della stazione Castel Ivano, sono stati insospettiti dal cambio di marcia di una autovettura che alla vista dei militari aveva tentato di cambiare direzione per poi, temendo di essere notati, proseguire.

 

L’esitazione non è però sfuggita ai militari che, appena le condizioni di sicurezza lo hanno permesso, hanno fermato l’auto per controllare gli occupanti.

 

Entrambi si sono mostrati calmi e collaborativi durante le fasi del controllo ma quando i nominativi sono stati comunicati alla centrale operativa per le risultanze investigative, uno di loro è risultato essere ricercato per un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dalla Procura di Udine.

 

Dopo le verifiche del caso, il 47enne è stato accompagnato presso la Casa Circondariale di Trento.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato