Contenuto sponsorizzato

Finisce fuori strada, un 29enne salvato dai vigili del fuoco con le pinze idrauliche

L'allerta è scattata intorno alle 15 all'altezza del sasso del diavolo, dove un 29enne ha perso il controllo del proprio veicolo. A quel punto la vettura è uscita di strada per finire la corsa in campagna e sbattere contro un palo. Sul poste ambulanza, vigili del fuoco di Dro e forze dell'ordine

Pubblicato il - 14 November 2019 - 19:17

DRO. Grave incidente intorno in Alto Garda, un'auto finita fuori strada lungo la strada statale 45 bis della Gardesana.

 

L'allerta è scattata intorno alle 15 all'altezza del sasso del diavolo, dove un 29enne ha perso il controllo del proprio veicolo. 


A quel punto la vettura è uscita di strada per finire la corsa in campagna e sbattere violentemente contro un palo.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portati i soccorsi, ambulanza, vigili del fuoco di Dro e forze dell'ordine per effettuare i rilievi, ricostruire la dinamica e gestire il traffico.

 

Le forze dell'ordine hanno messo in sicurezza l'area, mentre i pompieri hanno liberato con le pinze idrauliche il conducente rimasto incastrato tra le lamiere.


Una volta estratto dall'abitacolo, il 29enne è stato affidato alle cure del personale sanitario. 

 

Il ferito è stato immobilizzato e stabilizzato, quindi è stato trasferito all'ospedale di Arco per accertamenti e approfondimenti.


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 January - 20:37

Sono 252 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 36 pazienti sono in terapia intensiva e 43 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi, mentre sono 23 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

26 January - 18:51

Cgil, Cisl e Uil: “Mentre in altre realtà si adottavano misure più restrittive per contenere l’avanzata del virus tra la popolazione e mettere in sicurezza il sistema sanitario, il presidente Fugatti nascondeva i dati, preferendo puntare il dito contro i 'presunti virologi' e ignorando l’allarme che arrivava dai medici in prima linea"

26 January - 18:14
Nelle ultime 24 ore sono state comunicate anche 114 positività a conferma dei test antigenici effettuati nei giorni scorsi. Sono state registrate 15 dimissioni e 197 guarigioni
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato