Contenuto sponsorizzato

Forti esplosioni e una densa colonna di fumo, brucia il silos della segheria in val di Fiemme

L'allerta è scattata poco dopo le 14 nella zona produttiva ai margini del paese. Un grande silos di oltre 20 metri di altezza per l'aspirazione e l'accumulo delle segature si è incendiato. Sul posto i vigili del fuoco di zona

Pubblicato il - 05 December 2019 - 15:48

ZIANO DI FIEMME. Un silos di segatura all'interno della segheria della Magnifica comunità di Fiemme è stato avvolto dalle fiamme.

 

Prima qualche fortissima esplosione che si è sentita in tutta Ziano e poi una densa colonna di fumo che si è levata dalla struttura.

 

L'allerta è scattata poco dopo le 14 nella zona produttiva ai margini del paese. Secondo le prime informazioni, un grande silos di oltre 20 metri di altezza per l'aspirazione e l'accumulo delle segature si è incendiato.

 

A lanciare l'allarme sarebbero stati gli stessi operai che lavoravano nel piazzale della segheria e sul posto si sono immediatamente portati diversi vigili del fuoco di zona. 

 

I pompieri hanno isolato e messo in sicurezza l'area, quindi hanno avviato le operazioni di spegnimento.

 

L'intervento, molto complicato, è ancora in corso per fronteggiare le fiamme e evitare che il fronte si propaghi per intaccare altre strutture.

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 January - 15:20

Enorme cordoglio in Trentino, così come in tutto il mondo alpinistico. Si è spento Cesare Maestri, il "Ragno delle Dolomiti"

19 January - 13:22

I compagni di uscita hanno immediatamente interessato il Numero unico per le emergenze, ma si sono anche subito dati da fare per localizzare l'amico. In azione anche l'elicottero e le unità del soccorso alpino. Gli sportivi tutti dotati di Artva, pala e sonda

19 January - 11:22

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione negli ospedali. Oltre 7 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 526 le vittime nella seconda ondata 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato