Contenuto sponsorizzato

Frana sulla Sp48, terra e sassi sulla strada. Al lavoro il sistema della Protezione civile

La frana è avvenuta ieri sera ma l'immediato intervento ha permesso di mettere in sicurezza l'area. Il sindaco Betta: "Il sistema di Protezione civile che abbiamo in Trentino è davvero unico"

Pubblicato il - 22 dicembre 2019 - 14:26

ARCO. Dopo la frana avvenuta nella tarda serata di ieri la strada del Velo, la SP48, è stata chiusa in prossimità del chilometro 4 dalla parte di Oltresarca.

 

Lo smottamento, di sassi e terra, ha invaso l'intera carreggiata ma a preoccupare sono stati dei grossi massi per il rischio che finissero addosso ad alcuni case vicine.

 

Fortunatamente, però, sono intervenuti immediatamente i vigili del fuoco di Arco e il sistema della Protezione civile che ha permesso di mettere in campo un escavatore per rimuovere in parte la terra e i sassi caduti sulla strada per mettere in sicurezza la zona.

 

Sono state poi effettuate delle prime verifiche da parte dei geologi della Provincia che saranno nuovamente ripetute nelle prossime ore.

 

Un plauso alla Protezione civile e all'immediato intervento è arrivato dal sindaco di Arco Alessandro Betta: “Il sistema di protezione civile che abbiamo in Trentino – ha affermato – è qualcosa di unico. Anche in questa occasione sono intervenuti immediatamente e questo non è scontato. Non possiamo far altro che ringraziare queste persone perché tutto ciò è tutt'altro che scontato”.


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

16 gennaio - 19:43

Sono 333 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 46 pazienti sono in terapia intensiva e 45 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 7 decessi di cui 6 in ospedale

16 gennaio - 17:59

Fugatti esulta: “Grazie ad un Rt sotto l’1 il Trentino rimane in zona gialla”, ma in conferenza stampa deve spiegare. Nel monitoraggio settimanale dell’Iss l’Rt del Trentino è indicato all’1.01. Nel frattempo Luca Zaia, nonostante un Rt di 0.96, ha chiesto e ottenuto di finire in zona arancione

16 gennaio - 18:29

Nella consueta conferenza sulla situazione Coronavirus in provincia di Trento, il direttore generale dell'Apss Pier Paolo Benetollo ha ribadito l'importanza di sottoporsi all'isolamento in caso di contatto con un positivo. "Il tampone è un utile strumento ma non in questo caso"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato