Contenuto sponsorizzato

Furioso incendio distrugge un fienile, i vigili del fuoco salvano un vitellino

L'incendio si è sviluppato nel pomeriggio di ieri in un maso di Racines, vicino a Vipiteno. A spegnere e fiamme sono intervenuti 120 vigili del fuoco

Pubblicato il - 29 gennaio 2019 - 11:07

VALGIOVO. Sono ingenti i danni provocati dall'incendio che ha distrutto un fienile e una stalla di un maso di Racines, vicino a Vipiteno. (QUI L'ARTICOLO COMPLETO).

I corpi dei vigili del fuoco intervenuti sono stati quelli di Valgiovo, Stanghe, Casateia e Vipiteno per un totale di circa 120 uomini.

 

 

Le fiamme hanno avvolto l'intera struttura che ospitava il fienile e anche la vicina stalla dove all'interno erano presenti diversi vitelli e pecore gran parte dei quali sono morti.

 

I vigili del fuoco sono riusciti a portare in salvo alcuni animali. L'incendio è scoppiato intorno a mezzogiorno e, nonostante il vento, è stato controllato verso le 14.45

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

27 novembre - 04:01

Mentre dal 15 al 25 novembre i positivi comunicati da Fugatti e Segnana ai trentini sono passati da 3.099 a 2.461 quelli veri a Trento città sono passati da 2.240 a 2.500 e mentre il livello di contagio pare stabile i dati comunicati dalla Pat fanno salire enormemente il gap con tutti gli altri territori nel rapporto tra positivi e ricoveri, decessi e terapie intensive (dati, questi, che non si possono interpretare) e anche l'ex rettore Bassi conferma: ''Con impegno e costanza degni di miglior causa, il Trentino è riuscito a emergere nel panorama nazionale come una anomalia sempre più evidente''

27 novembre - 09:30

Due donne sono state estratte dal proprio veicolo, finito in un fossato dopo uno scontro con un'altra auto. L'incidente è avvenuto attorno alle 18.30 di giovedì 26 novembre nella località di Veronella, poco sotto Verona. Necessario l'intervento dei vigili del fuoco, che hanno dovuto utilizzare le pinze idrauliche per liberarle

27 novembre - 09:09

L'obiettivo è quello di non spostare il coprifuoco e quindi anticipare anche la Messa di Natale. Il governo starebbe trattato con la Cei, intanto per la riapertura degli impianti sciistici se ne dovrà riparlare a gennaio e lo stesso vale per la scuola

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato