Contenuto sponsorizzato

Giallo sul Garda, trovato agonizzante e con il volto insanguinato un 18enne. Indagano i carabinieri

E' successo ieri pomeriggio a Lonato del Garda a un ragazzo di Desenzano trovato in un rimessaggio barche in arresto cardiaco

Pubblicato il - 17 giugno 2019 - 12:09

LONATO DEL GARDA. E' giallo su quanto accaduto a un giovane 18enne trovato ieri pomeriggio agonizzante e in arresto cardiaco in un rimessaggio barche a Lonato del Garda. Sulle prime si era pensato a un incidente avvenuto mentre il giovane stava lavorando con le barche ma il mistero, poi, si è infittito.

 

Il giovane bresciano che abita a Desenzano, infatti, non sarebbe dipendente della struttura (che si trova allo ''Storic Lidorama'') ma sarebbe stato trovato a terra con il volto coperto di sangue proprio da chi stava lavorando in quel momento. E proprio loro hanno riferito che il giovane, comunque, era ben conosciuto e spesso frequentava il rimessaggio.

 

I carabinieri di Desenzano stanno indagando su quanto accaduto mentre il giovane già ieri, poco dopo essere stato trovato, è stato trasferito in elicottero all'ospedale Civile di Brescia dove resta ricoverato in gravissime condizioni. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti quella che il ragazzo sia entrato nella struttura per prendere in prestito un mezzo, forse una moto d'acqua, ma mentre stava cercando di spostarla qualcosa sarebbe andato storto.

 

Forse il malore e poi la botta al volto, forse il contrario. Quel che è certo è che il giovane è stato trovato agonizzante con il volto coperto di sangue e in arresto cardiaco. Chiamati i soccorsi è cominciata una corsa contro il tempo, prima per rianimarlo, e poi per ricoverarlo d'urgenza in ospedale.  

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 18:14

La Provincia rinnova infine l'appello di seguire le regole: "Si devono tutelare il più possibile gli anziani, obiettivo che i giovani devono concorrere a raggiungere attuando le regole igieniche e il corretto distanziamento"

29 settembre - 17:44

L'approfondimento tecnico si è concluso, forse proprio quando è arrivato anche il ricorso del Codacons. L'associazione per la difesa dell'ambiente e tutela dei diritti di utenti e consumatori ha presentato al Tar di Trento, tramite l'avvocato Zero Perinelli, un ricorso contro la norma provinciale. La Pat: "Evitare disparità di trattamento tra gli esercizi commerciali"

29 settembre - 13:50

Bocciato uno dei provvedimenti bandiera della Giunta Fugatti, il tribunale condanna Pat e Comune di Trento a disapplicare la norma sulle case Itea. Gli avvocati: “Per il Trentino è un primo passo molto importante per rimuovere le norme introdotte dalla Provincia negli ultimi anni in materia di welfare che hanno determinato effetti gravissimi di esclusione in danno degli stranieri”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato