Contenuto sponsorizzato

Guidava con patente sospesa, senza revisione e assicurazione, multa da quasi 6 mila euro per un'automobilista

La donna era alla guida di una Toyota yaris ed è stata fermata dalla polizia locale a Trento sud 

Foto archivio
Pubblicato il - 10 January 2019 - 15:36

TRENTO. Era alla guida di un'auto con la patente sospesa, senza revisione e senza assicurazione. A finire nei guai è stata ieri una donna fermata dalla polizia locale di Trento.

 

La pattuglia si trovava nella zona sud della città ed ha fermato per un controllo una Toyota yaris condotta da una conducente residente in un sobborgo di Trento che circolava con patente sospesa per mancata presentazione a visita di revisione, con provvedimento di veicolo sospeso dalla circolazione in quanto non sottoposto alla prescritta revisione periodica ma anche privo di copertura assicurativa.

 

Poiché, a fronte degli obblighi connessi alle sanzioni del fermo e sequestro del veicolo, la conducente si è rifiutata rifiutava di adempiere alla custodia, le sono state contestate due ulteriori violazioni previste dal codice della strada: 1875 euro, più sospensione patente e altri 776 euro. La sanzione finale è stata di 5689 euro.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 05:01

Un punto appare fermo: la data del 15 febbraio è un po' l'ultima chiamata. L'inverno è compromesso da tempo e siamo già ai tempi supplementari di una stagione mai partita. Un discrimine forte potrebbe poi essere quello della mobilità: "Si deve distinguere tra turismo e servizio alla collettività. Persi circa 30 milioni di euro solo per la società impianti''

25 January - 08:56

Inutile la corsa all’ospedale  di Bergamo. Matteo, proveniente da Stazzona, è deceduto poco dopo l’arrivo nella struttura. Il giovane si trovava in zona assieme ad altri amici con la motoslitta

25 January - 07:58

La posizione della giovane potrebbe essere archiviata nei prossimi giorni.  Gli investigatori stanno cercando di ricostruire con esattezza cosa possa essere successo in quel 'buco' di 40 minuti nel tragitto tra Bolzano e Ora. La ricostruzione fatta per ora dagli investigatori è che proprio quei minuti siano serviti al figlio della coppia per mettere i genitori senza vita in auto e gettarli poi nell'Adige

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato