Contenuto sponsorizzato

Ha un mancamento, perde il controllo dell'auto e finisce in una scarpata: morto un turista veneziano

E' successo questo pomeriggio in Val Pusteria. L'uomo, dalle prime ricostruzioni, pare si trovasse al telefono in vivavoce con la moglie che ha sentito del malore accaduto al marito e poi ha chiamato i soccorsi

Foto Vvf
Pubblicato il - 07 ottobre 2019 - 20:15

VAL PUSTERIA. E' precipitata lungo un prato, sbattendo violentemente il muso per terminare la sua corsa nel punto più basso dell'avvallamento. L'uomo alla guida, un 53enne veneziano, ha perso la vita. La tragedia è avvenuta questo pomeriggio in Val Pusteria a Valdaora di Mezzo.

 

L'incidente si è verificato intorno alle 15.45 e sarebbe stato provocato da un malore accorso all'uomo mentre era alla guida. Secondo le prime ricostruzioni, infatti, l'auto stava viaggiando sulla strada non lontano dall'hotel Dolomitenhof quando sarebbe stato colto da una fitta.

 

Ogni passaggio sarebbe stato riferito alla moglie che, in quel momento si trovava al telefono con lui, in vivavoce. L'uomo ha lamentato la fitta e a quel punto ha avuto un mancamento. L'auto ha, quindi, perso il controllo ed è finita giù dalla scarpata per schiantarsi violentemente contro il terreno con la parte anteriore andata completamente distrutta. Ad allertare i soccorsi sarebbe stata direttamente la moglie che appena compresa la gravità della situazione ha dato l'allarme.

 

Sul posto i vigili del fuoco volontari del posto compresi quelli di Rasun di Sotto ed il Pelikan 2 oltre a un'ambulanza. Il volo dell'elicottero, però, è stato annullato. Per l'uomo a bordo del mezzo, infatti, all'arrivo dei soccorsi non c'era più nulla da fare.  

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 ottobre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

15 ottobre - 19:05

La procura ha avviato un'indagine per contestare la carenza di documentazione contabile e la destinazione delle spese. In pratica non verrebbero distinte le risorse utilizzate per attività istituzionali e che sono ammesse da quelle commerciali per le quali la legge non permette di utilizzare fondi di derivazione pubblica

15 ottobre - 14:06

Gli sportivi turchi che sostengono l’invasione e il governo di Ankara festeggiano i propri risultati con il saluto militare ma, nonostante le minacce, si levano anche alcune voci critiche.  Nel frattempo la squadra tedesca del St. Pauli licenzia un giocatore che aveva espresso il suo sostegno a Erdoğan "valori in contrasto con quelli del club"

15 ottobre - 17:23

L'indagine è partita dopo i ripetuti episodi di avvelenamento di animali domestici e selvatici, registrati negli ultimi mesi in Vallagarina. L’operazione, che ha consentito anche una bonifica del territorio e la ricerca di esche mediante il ricorso a cani specificamente addestrati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato