Contenuto sponsorizzato

I bambini restano chiusi nell'auto sotto il sole, intervengono i pompieri

L'allarme è scattato nel parcheggio alla piscina di Parcines. Secondo le prime ricostruzioni. la madre avrebbe accidentalmente chiuso il portellone posteriore, ma è scattata la chiusura centralizzata dell'auto

Foto dei vigili del fuoco volontari di Parcines
Pubblicato il - 24 giugno 2019 - 17:46

PARCINES. Le chiave nell'abitacolo e i figli di 3 mesi e 2 anni chiusi in auto sotto il sole. I bimbi sono stati salvati dai pompieri di Parcines, che hanno infranto il vetro e aperto il veicolo.

 

L'allarme è scattato nel parcheggio alla piscina di Parcines. Secondo le prime ricostruzioni. la madre avrebbe accidentalmente chiuso il portellone posteriore, ma è scattata la chiusura centralizzata dell'auto.

 

Le chiavi però erano rimaste nell'abitacolo e all'interno si trovavano anche i figli di 3 mesi e 2 anni con l'auto totalmente al sole

 

A quel punto la madre ha allertato i soccorsi e i vigili del fuoco di Parcines sono tempestivamente accorsi per risolvere la situazione.

 

I pompieri hanno così infranto il vetro e liberato i bimbi.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 04:01

In queste ore i vertici dell'Ordine dei medici sono scesi in campo per evidenziare preoccupazioni, riportare perplessità e criticità del sistema, ma anche proposte per migliorare la situazione in questa fase delicata della seconda ondata di Covid-19. Un settore attenzionato è quello delle Rsa

28 ottobre - 08:43

I contagi sarebbero partiti da almeno due pazienti che erano “sfuggiti” alle maglie dei controlli perché negativi al primo tampone. Fra infermieri e oss ci sono 12 sanitari positivi, anche alcuni pazienti fra i contagiati. Nel frattempo sono state disposte una serie di sanificazioni straordinarie

27 ottobre - 19:32

I ristoranti dolomitici tirano un sospiro di sollievo con la proroga che sposta dalle 20 alle 22 la chiusura delle cucine e chiedono alla loro clientela di anticipare l’arrivo ai tavoli. Alfio Ghezzi: "Dobbiamo crederci, far vedere agli ospiti che noi siamo operativi, pronti a soddisfare le esigenze e che lo facciamo in assoluta garanzia sanitaria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato