Contenuto sponsorizzato

I vigili del fuoco salvano la cagnolina Pimpa, era caduta in un fossato tra le spine

La cagnolina è stata poi accudita dai volontari dell'associazione A.D.A di Arco. Grazie al microchip è stato avvisato il proprietario 

Di gf - 17 gennaio 2019 - 19:47

ARCO. Era stanca, non riusciva più a camminare ed era caduta in un fossato dove era rimasta bloccata tra le spine. Si chiama Pimpa la cagnolina portata in salvo dai vigili del fuoco di Arco.

L'allarme è stato dato da un cittadino che sentendo in lontananza il pianto della povera cagnolina si è messo subito alla ricerca avvisando immediatamente i vigili del fuoco volontari.

 

Pimpa, un cane anziano del posto, era scappata di casa. Data l'età avanzata, però, dopo qualche ora stremata è scivolata in un fossato. Fortunatamente i suoi guaiti sono stati sentiti in tempo e l'intervento dei vigili del fuoco volontari ha permesso di liberare la povera cagnolina dalle spine per poi accudirla dandole da bere e mangiare.

 

E' stata poi consegnata all'associazione A.D.A di Arco e visitata da un veterinario. I volontari, grazie alla presenza del microchip sono riusciti a individuare il proprietario che è stato immediatamente avvisato.

 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 febbraio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 febbraio - 18:02

Il covo della cellula è stato individuato in una casa isolata a Bosco di Civezzano. Questo il luogo dove falsificavano i documenti  per garantirsi la clandestinità e progettare atti di eversione in Italia e all’estero

19 febbraio - 19:56

I risultati arrivati dalla piattaforma Rousseau sull'autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini non sono stati quelli che gran parte del M5S in Trentino si aspettava. Per il consigliere Degasperi "Non si possono cambiare le regole quando non piacciono e tenere quelle che fanno più comodo". Per Alex Marini: "Sarebbe stato preferibile il ministro Salvini avesse potuto difendere il proprio operato di fronte ad un giudice"

19 febbraio - 17:56

Dopo il ''riserbo'' di Paccher sui nominativi esaminati dalla giunta per le elezioni, interrogazione del consigliere di Futura : ''L'attività del parlamento trentino e dei suoi organi dev'essere trasparente''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato