Contenuto sponsorizzato

Il boccone gli va di traverso, Remo Avanzo perde la vita davanti al figlio che prova a rianimarlo

Il tragico incidente è avvenuto intorno alle 13 di ieri, domenica 3 novembre, a Pieve Tesino. La vittima è Remo Avanzo di 88 anni, ex dipendente comunale, che è morto dopo che un boccone gli è andato di traverso. Vani i tempestivi tentativi di soccorso

Pubblicato il - 04 November 2019 - 09:21

PIEVE TESINO. Dramma in Valsugana, un 88enne ha perso la vita a causa di un boccone finito di traverso. 

 

Il tragico incidente è avvenuto intorno alle 13 di ieri, domenica 3 novembre, a Pieve Tesino

 

La vittima è Remo Avanzo, ex dipendente comunale, che è morto dopo che un boccone gli è andato di traverso.

 

L'88enne stava mangiando, quando improvvisamente ha smesso di respirare. In casa c'era anche il figlio, che è un soccorritore, e quindi ha avviato immediatamente tutte le azioni possibili. 

 

Prima ha tentato la manovra di Heimlich, ma Avanzo ha perso conoscenza e quindi ha cercato di rianimarlo.

 

Nel frattempo sono stati allertati anche i soccorsi e sul posto è arrivata l'equipe medica a bordo dell'ambulanza, ma anche quella dell'elicottero, oltre ai vigili del fuoco di zona.

 

Purtroppo, però, nonostante i diversi tentativi, per Avanzo non c'è stato nulla da fare. L'88enne ha perso la vita.

 

Una notizia che ha scosso tutto il paese, Avanzo era molto conosciuto in zona e sono state diverse fin da subito le attestazioni di cordoglio ai familiari.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 18 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 January - 15:20

Enorme cordoglio in Trentino, così come in tutto il mondo alpinistico. Si è spento Cesare Maestri, il "Ragno delle Dolomiti"

19 January - 13:22

I compagni di uscita hanno immediatamente interessato il Numero unico per le emergenze, ma si sono anche subito dati da fare per localizzare l'amico. In azione anche l'elicottero e le unità del soccorso alpino. Gli sportivi tutti dotati di Artva, pala e sonda

19 January - 11:22

C'è un peggioramento per quanto riguarda la situazione negli ospedali. Oltre 7 mila test eseguiti in 24 ore tra tamponi molecolari e test antigenici. Sono 526 le vittime nella seconda ondata 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato