Contenuto sponsorizzato

Il militante leghista: ''Incredibile, un dormitorio davanti al Comune. #bastacentrosinistra'' ma era un'iniziativa di solidarietà

Daniele Demattè è una delle figure più in vista della Lega di Trento che si vorrebbe arrivare alla guida della città. Ormai noto per i video di ''denuncia'' spesso tragicomici anche questa volta ha ritenuto ''incredibile'' quel che non conosceva. L'Assemblea Antirazzista: '''Sherlock Holmes di Trento', oltre a dirti che c'è nulla di nobile e di rispettabile in quello che fai, ti suggeriamo anche di informarti bene prima di diffondere notizie infondate''

Di Luca Pianesi - 16 December 2019 - 12:00

TRENTO. La parola d'ordine è sempre la stessa: ''incredibile''. Gli hashtag si sprecano: #allucinante, #bastacentrosinistra, #trento2020. E l'obiettivo è proprio quello: le prossime elezioni comunali con una Lega Salvini che si prepara a tentare il colpo e a conquistare la guida del capoluogo. Daniele Demattè è una delle figure più in vista del partito leghista in città, marito della consigliera provinciale Katia Rossato, militante della prima ora, vicinissimo al segretario provinciale Mirko Bisesti e al consigliere Devid Moranduzzo (si ricorderà ancora l'azione dei tre che si erano recati alla sede del Pd per regalar loro una scatola di uova QUI ARTICOLO) è attivissimo sui social dove improvvisa dirette a volte tragicomiche dove tenta di denunciare clamorosi complotti o ''incredibili'' scoperte.

 

La parola d'ordine, come dicevamo, è proprio ''incredibile'' e certamente a chi si informa poco, molte cose, quotidianamente, debbono apparire ''incredibili'' (l'ultima in ordine di tempo era il fatto che durante la manifestazione Fridays for Future venisse cantata la canzone ''Bella Ciao'' e QUI avevo provato a spiegare il perché).  Questa volta l'ineffabile militante leghista ha montato un video con musica etnica girato, sempre con il suo fido smartphone, in via Belenzani dove si vedono delle persone che dormono in strada, in centro a Trento.

 

''Dormitorio davanti all'ingresso principale del Comune di Trento - ha tuonato Demattè -. Un biglietto da visita allucinante per la nostra città nel pieno delle festività natalizie. Questo non è quello che merita la nostra città'' e poi gli hashtag che dicevamo, perché alla fine tutto si riduce a campagna elettorale: #bastacentrosinistra.

 

 

 

 

Il problema? Che si trattava di una manifestazione dal nome ''Una notte all’addiaccio'' fatta per ribadire l’accesso di tutte e di tutti ai diritti fondamentali. Il Natale, infatti, non rappresenta solo commercio, turisti, mercatini e consumismo. C'è anche chi si ricorda della solidarietà, dell'aiutare il prossimo del tentare di non dimenticare i più deboli e i meno fortunati e allora ecco l'iniziativa dell'Assemblea Antirazzista di Trento per avvicinare la comunità ai senzatetto, alle persone costrette, anche d'inverno, a dormire in strada.

 

E allora ecco la reazione proprio dell'Assemblea Antirazzista al post di Demattè

 

XXX LO SCOOP !!! - Un personaggio, "Sherlock Holmes" de no altri, ormai noto perché ha tantissimo tempo da perdere, la mattina di sabato 14 dicembre, si è recato in via Belenzani per fare la sua sporca e becera propaganda. Di nascosto, ha realizzato un video senza chiedere il permesso di filmare le persone postandolo poi sulla sua pagina Facebook per segnalare la presenza di persone che dormono sul marciapiede di fronte la porta d'ingresso del Comune di Trento... Come se questo fosse il vero problema.

Peccato per lui che quella era un'iniziativa lanciata dalla nostra Assemblea proprio per ribadire il diritto alla casa per tutte e tutti. Per segnalare le tante (troppe) persone, anche nella nostra città, sono costrette a dormire fuori al freddo gelido. La sua aspirazione di diventare sindaco di Trento è nota ed è sempre in giro a fare dei video/foto dei bidoni di immondizia, qualche bici abbandonata o qualsiasi cosa che trova in giro, gridando poi l'allarme del degrado in città. Appunto tutto montato ad hoc per fini propagandistici.

Caro "Sherlock Holmes di Trento", oltre a dirti che c'è nulla di nobile e di rispettabile in quello che fai, ti suggeriamo anche di informarti bene prima di diffondere notizie infondate... Ma soprattutto di tenere il telefonino in tasca, che sarebbe la cosa migliore.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 January - 20:31

Sono 246 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 43 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 6 decessi, mentre sono 28 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

23 January - 19:50

Oggi la conferenza Stato - Regioni, Fugatti: ''I programmi dell'arrivo dei vaccini sono saltati. Ci dobbiamo arrangiare con gli strumenti che abbiamo. Con i vaccini, purtroppo, ci vorrà molto tempo per avere un numero alto di somministrazioni nella popolazione”

 

23 January - 18:42

Cala il numero dei pazienti in ospedale ma sale quello delle terapie intensive. Altri 6 decessi. Sono state registrate 24 dimissioni e 187 guarigioni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato