Contenuto sponsorizzato

Il setter “Bill” precipita per 70 metri da un dirupo, i vigili del fuoco lo salvano grazie al collare Gps

Il cane era a spasso con il suo padrone quando è sfuggito al controllo dell’uomo, scivolando in un precipizio e rimanendo intrappolato dal torrente Astico. GUARDA LE IMMAGINI DEL RECUPERO

Pubblicato il - 28 novembre 2019 - 10:50

COGOLLO DEL CENGIO (VICENZA). Si chiama Bill ed è un setter inglese e suo malgrado, è stato protagonista di una disavventura nei boschi del vicentino. L’animale si trovava a spasso con il suo padrone quando all’improvviso, probabilmente attratto dall’odore di qualche animale selvatico, è sfuggito al controllo del suo padrone.

 

 

Il cane però nella foga della corsa è finito per scivolare in un dirupo di oltre 70 metri. Subito il suo padrone si è attivato per cercare l’amico a quattro zampe, avvisando anche i vigili del fuoco.

 

 

Dopo 4 ore di estenuanti ricerche il setter è stato individuato grazie al suo collare Gps in fondo al burrone, l’animale si trovava bloccato fra parete e il torrente Astico in quel tratto particolarmente impetuoso tanto da impedire al cane di guadarlo a nuoto.

 

 

Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco attrezzati di tutto punto, una volta messa in sicurezza la zona i pompieri hanno attraversato il torrente e raggiunto il setter.

 

 

Bill, seppur spaventato, si è fatto avvicinare docilmente consentendo al soccorritore di recuperarlo in sicurezza. Dopo non poche difficoltà la disavventura si è conclusa nel migliore dei modi: il setter inglese è stato recuperato in buone condizioni ed ha potuto ricongiungersi con il suo padrone, anch’egli molto preoccupato per le sorti del suo compagno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 gennaio - 19:43

A livello nazionale esiste un “Fondo per la morosità incolpevole” e un “Fondo per gli sfratti”. Due fondi con milioni di euro ai quali la provincia di Trento e di Bolzano, però, non possono chiedere aiuto. Perché? Hanno voluto creare una propria politica per la casa che però ora con la pandemia non sembra aiutare le tante famiglie in difficoltà

18 gennaio - 13:19

Cristina Corcho è una dei tanti volontari che in questi giorni aiutano i rifugiati o i migranti rimasti bloccati nel gelido inverno bosniaco. Con l'associazione spagnola No Name Kitchen distribuisce cibo e vestiti ai tanti che rimangono fuori dai campi profughi, riparandosi in tende improvvisate, casupole e fabbriche dismesse. "In molti attendono condizioni migliori. Chi si imbatte nella polizia croata viene malmenato e privato dei vestiti"

18 gennaio - 13:29

Onda Civica  torna a chiedere le dimissioni di Merler. Interviene anche la consigliera di 'Si può Fare' Silvia Zanetti: "Come si può valutare inadatta la figura di Merler a ricoprire il ruolo istituzionale per le evidenti dichiarazioni e pochi giorni dopo, costruire un accordo che ne preserva l’incarico istituzionale?" Il documento della Lega è firmato dai consiglieri Giuseppe Filippin, Vittorio Bridi, Daniele Demattè e Alessandro Saltori: "Consideriamo disdicevole la ventilata ipotesi di modifica dei tempi di trattazione degli atti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato