Contenuto sponsorizzato

Incendio nella Chiesa di Santa Maria, paura durante la messa

Le fiamme sono divampate poco dopo le 11. Sul posto i Vigili del Fuoco con potenti ventilatori. Le porte sono sbarrate con dei nastri

Pubblicato il - 08 December 2019 - 13:03

TRENTO. Questa mattina, poco dopo le 11, durante la celebrazione dell'Immacolata, si è sviluppato un incendio nel portacandele della Chiesa di Santa Maria.

 

 

Le fiamme sono divampate poco dopo la predica, spaventando i fedeli. Prontamente l'incendio è stato spento con gli estintori che però hanno provocato un fumo denso e molta polvere.

 

La messa è stata quindi sospesa e i fedeli raccolti in preghiera hanno abbandonato, ordinatamente, l'edificio.

 

 

L'intervento dei Vigili del Fuoco, con potenti ventilatori, ha permesso di liberare lentamente l'edificio dal fumo. Al momento tutte le entrate della Chiesa sono state sbarrate con del nastro e i Vigili del Fuoco sono ancora al lavoro per ripulire l'edificio dalla polvere.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 13:34

Una questione che prosegue da ormai diversi anni. Mentre la Provincia di Trento è riuscita a portare avanti l'apertura della strada fino al confine con il Veneto, arrivando a circa 3 chilometri dal rifugio, dall'altro la Provincia di Vicenza, non ha provveduto a fare l'intervento per i chilometri di sua competenza

25 January - 11:33

La situazione nei balcani continua a peggiorare. Migliaia di migranti si trovano senza rifugio, costretti a vivere all'aperto nonostante le temperature rigide. A questo si aggiungono le violazioni dei diritti umani, gli abusi, la violenza da parte delle polizie locali e della popolazione. Ipsia organizza una raccolta fondi a supporto dei migranti

24 January - 13:23

Nemmeno di fronte ai carabinieri il 51enne ha voluto desistere: nel volantino che stava distribuendo l’invito a disobbedire alle regole anti-Covid. In via precauzionale i militari hanno sequestrato un coltello a serramanico e un fucile che l’uomo deteneva regolarmente in casa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato