Contenuto sponsorizzato

Le scuole consegnano gli skipass, ma i bambini se li scambiano e creano un mercato dei buoni omaggio

Un'iniziativa che rientra nel progetto scuola-sport per incentivare l'avvicinamento allo sci dei più piccoli sull'alpe di Trento. Non tutti i bimbi e ragazzi però sciano o sono interessati a scoprire questa disciplina, così alcuni genitori e studenti si sarebbero organizzati per non perdere comunque la possibilità di trascorrere una giornata sulle piste del Bondone in famiglia

Pubblicato il - 23 February 2019 - 12:11

TRENTO. I bimbi di una volta si scambiavano le figurine, quelli di oggi i buoni per lo skipass giornaliero. Nei giorni scorsi i bambini e ragazzi di Trento, Aldeno, Cimone e Garniga Terme che frequentano le scuole elementari e medie hanno ricevuto in omaggio dall'amministrazione comunale un buono per lo skipass giornaliero sul Bondone.

 

Un'iniziativa che rientra nel progetto scuola-sport per incentivare l'avvicinamento allo sci dei più piccoli sull'alpe di Trento. Non tutti i bimbi e ragazzi però sciano o sono interessati a scoprire questa disciplina, così alcuni genitori e studenti si sarebbero organizzati per non perdere comunque la possibilità di trascorrere una giornata sulle piste del Bondone in famiglia.

 

Una situazione che ha indotto la società impianti Trento Funivie a prendere posizione attraverso un post su Facebook. "Un'iniziativa - crediamo apprezzata - per regalare una giornata sulla sci. Ci comunicano però che si stanno verificando molti abusi ed un vero e proprio "mercato" di tali buoni, sia a scuola che sui social network".

 

Un risparmio comunque minimo. Lo skipass giornaliero per i bambini costa 18 euro da listino, mentre il ragazzino fino a 8 anni, se accompagnato da un adulto pagante (prezzo di 36 euro da listino), può sciare gratuitamente. Questo senza dimenticare le tante formule per agevolare le famiglie, i residenti e l'iniziativa ski family in Trentino, che permette di scendere in pista senza costi per i minorenni, basta il ticket dei genitori.

 

Insomma, si tratta più del rispetto verso le istituzioni, amministrazioni comunali e Trento Funivie, che finanziano e promuovono questa iniziativa. Le regole sono poche e semplici: "Il buono - conclude la società su Facebook - è omaggiato all'alunno, personale e non cedibile, può essere utilizzato una sola volta e chi è in possesso di stagionale non può usufruirne nè cederlo a terzi".


Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 maggio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
18 maggio - 19:52
Trovati 36 positivi, non sono stati comunicati decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 113 guarigioni. Sono 689 i casi attivi sul [...]
Cronaca
18 maggio - 21:40
L'allerta è scattata lungo la MeBo in direzione nord all'altezza dell'uscita per Terlano. In azione la macchina dei soccorsi, due le persone [...]
Politica
18 maggio - 17:18
C'è da evidenziare che i numeri rispetto al capoluogo sono molto diversi: 998 domande a Trento tra ottobre 2020 e aprile 2021, mentre a Rovereto [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato