Contenuto sponsorizzato

Le scuole consegnano gli skipass, ma i bambini se li scambiano e creano un mercato dei buoni omaggio

Un'iniziativa che rientra nel progetto scuola-sport per incentivare l'avvicinamento allo sci dei più piccoli sull'alpe di Trento. Non tutti i bimbi e ragazzi però sciano o sono interessati a scoprire questa disciplina, così alcuni genitori e studenti si sarebbero organizzati per non perdere comunque la possibilità di trascorrere una giornata sulle piste del Bondone in famiglia

Pubblicato il - 23 febbraio 2019 - 12:11

TRENTO. I bimbi di una volta si scambiavano le figurine, quelli di oggi i buoni per lo skipass giornaliero. Nei giorni scorsi i bambini e ragazzi di Trento, Aldeno, Cimone e Garniga Terme che frequentano le scuole elementari e medie hanno ricevuto in omaggio dall'amministrazione comunale un buono per lo skipass giornaliero sul Bondone.

 

Un'iniziativa che rientra nel progetto scuola-sport per incentivare l'avvicinamento allo sci dei più piccoli sull'alpe di Trento. Non tutti i bimbi e ragazzi però sciano o sono interessati a scoprire questa disciplina, così alcuni genitori e studenti si sarebbero organizzati per non perdere comunque la possibilità di trascorrere una giornata sulle piste del Bondone in famiglia.

 

Una situazione che ha indotto la società impianti Trento Funivie a prendere posizione attraverso un post su Facebook. "Un'iniziativa - crediamo apprezzata - per regalare una giornata sulla sci. Ci comunicano però che si stanno verificando molti abusi ed un vero e proprio "mercato" di tali buoni, sia a scuola che sui social network".

 

Un risparmio comunque minimo. Lo skipass giornaliero per i bambini costa 18 euro da listino, mentre il ragazzino fino a 8 anni, se accompagnato da un adulto pagante (prezzo di 36 euro da listino), può sciare gratuitamente. Questo senza dimenticare le tante formule per agevolare le famiglie, i residenti e l'iniziativa ski family in Trentino, che permette di scendere in pista senza costi per i minorenni, basta il ticket dei genitori.

 

Insomma, si tratta più del rispetto verso le istituzioni, amministrazioni comunali e Trento Funivie, che finanziano e promuovono questa iniziativa. Le regole sono poche e semplici: "Il buono - conclude la società su Facebook - è omaggiato all'alunno, personale e non cedibile, può essere utilizzato una sola volta e chi è in possesso di stagionale non può usufruirne nè cederlo a terzi".

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 novembre - 11:50

Sono stati analizzati 2.388 tamponi per 494 test risultati positivi e un rapporto contagi/tamponi che si attesta al 20,7%. Altri 3 morti, il bilancio sale a 228 vittime in questa seconda ondata, il totale è di 523 decessi da inizio epidemia

28 novembre - 04:01

La questione approda in consiglio provinciale con un'interrogazione di Luca Zeni. Post pro Trump (assistito da Gesù nella sua battaglia), uno su Linkedin dove qualificandosi come capo gabinetto della Pat scrive di essere in missione per chiedere la grazia per la cessazione del virus di Whuan e poi la ''Q'' sul profilo, l’hastag acronimo “WWG1WGA” usato dagli adepti di questa frangia dell'ultradestra che si rifà a un cattolicesimo reazionario che in America (ma anche in Italia) si sta facendo spazio. Il consigliere chiede chiarezza

28 novembre - 11:15

Anche Trento si è svegliata tappezzata dai manifesti delle "Mascherine tricolori". L'obiettivo, questa volta, è Amazon. Tra inviti a sostenere i commercianti locali e a boicottare il colosso dell'e-commerce, in messaggi intrisi di nazionalismo e cospirazionismo, dietro c'è sempre l'estrema destra

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato