Contenuto sponsorizzato

Milioni di culle richiamate da Fisher-Price. La Consumer Product Safety Commission (Stati Uniti): ''Si sono verificati incidenti mortali''

''Voluntary recall'' dell'azienda che difende la sicurezza del prodotto: ''Utilizzo contrario alle istruzioni. Da novant'anni lavoriamo per la sicurezza dei bambini''

Foto tratta da https://fisher-pricesafety.com/
Pubblicato il - 15 aprile 2019 - 14:29

TRENTO. Quasi cinque milioni di culle richiamate in ditta negli Stati Uniti. Sono quelle della Fisher-Price. Il provvedimento di richiamo volontario è stato deciso in collaborazione con la Consumer Product Safety Commission (Cpsc) che afferma che almeno 30 bambini siano morti dal 2009 ad oggi dopo essersi rotolati nella culla "Rock 'n Play Sleepers".

 

Ad annunciare la decisione la stessa Fisher-Price (qui la nota) che parla di una "voluntary recall" e che ricorda di aver a cuore e di lavorare "da quasi 90 anni per fare la sicurezza dei bambini".

 

Il richiamo riguarda circa 4,7 milioni di prodotti negli States. Prodotti di cui la Mattel (proprietaria della Fisher-Price) difende comunque la sicurezza.

 

"Dati gli incidenti segnalati in cui il prodotto è stato utilizzato in modo contrario alle avvertenze e alle istruzioni di sicurezza, abbiamo deciso in collaborazione con la Consumer Product Safety Commission (Cpsc) che questo richiamo volontario è la migliore linea d'azione", comunica l'azienda.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.50 del 10 Luglio
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

11 luglio - 13:31

Una violenta e intensa perturbazione è transitata sulla Vallagarina. L'evento è durato circa dieci minuti, situazione in miglioramento. Diversi gli interventi per allagamenti, tagli pianta e tombini sollevati

11 luglio - 15:14
L'allerta è scattata intorno alle 13 di oggi, sabato 11 luglio, lungo l'A22 tra Rovereto e Trento all'altezza di Nomi. Le due vetture procedevano in corsia di sorpasso quando si è verificato il tamponamento: un incidente che ha coinvolto 5 persone
11 luglio - 11:35

Una ventina di giovani si è data appuntamento al parco per organizzare una sorta di incontro di lotta. Il sindaco: “La vicenda va riportata nella giusta dimensione, la situazione verrà tenuta sotto controllo, ma di certo Pergine non è diventata il ring per incontri clandestini”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato