Contenuto sponsorizzato

Non riesce a stare in piedi e parlare, trovato alla guida con un tasso di tre volte oltre il limite

Il 56enne fin da subito ha mostrato di essere ubriaco, visibilmente in difficoltà, tanto che non riusciva a parlare in modo comprensibile. Una volta sceso dalla vettura il conducente faceva perfino fatica a restare in piedi e camminare.

Pubblicato il - 14 giugno 2019 - 14:59

ORA. Guidava in maniera incerta e spesso cambiava le traiettorie, ma soprattutto non riusciva nemmeno a stare in piedi e camminare.

 

Un 56enne è stato "pizzicato" con valori alcolemici tre volte oltre il limite. E' successo nella notte tra giovedì e venerdì nel comune di Laives.

 

Durante un servizio di controllo, i carabinieri hanno notato un veicolo lungo la strada statale procedere in modo incerto e così è stato fermato.

 

Il 56enne, cittadino colombiano, fin da subito ha mostrato di essere ubriaco, visibilmente in difficoltà, tanto che non riusciva a parlare in modo comprensibile.

 

Una volta sceso dalla vettura il conducente faceva perfino fatica a restare in piedi e camminare.

 

I militari hanno così effettuato l'alcol-test: i risultati hanno messo in evidenza valori tripli rispetto alla legge.

 

Inevitabile la denuncia per guida in stato di ebbrezza, il ritiro della patente e la segnalazione al commissariato del governo di Bolzano, mentre la vettura è stata sottoposta a fermo amministrativo.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 settembre - 13:10

Dopo quanto accaduto a Ischgl tra febbraio e marzo il cancelliere austriaco ha annunciato una serie di misure che si applicheranno questa stagione sulle piste. Mascherine in funivia, distanza di un metro gruppi di massimo 10 persone per le scuole di sci

24 settembre - 14:48

Durante l'ennesima lite in piena notte un vicino di casa ha lanciato l'allarme e ad intervenire sono stati immediatamente i carabinieri 

24 settembre - 11:40

La ricerca è di interesse mondiale e vuole comprimere gli atomi di idrogeno per creare in laboratorio un superconduttore dalle prestazioni molto elevate, che non si surriscalda e non disperde energia, di grande interesse per l'elettronica e per il settore dell'energia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato