Contenuto sponsorizzato

Non riesce più a proseguire dal dolore e si accascia. Due giovanissimi recuperati dal soccorso alpino

I due escursionisti trentini stavano percorrendo con le ciaspole il sentiero che dal lago di Cece porta verso la Valmaggiore, quando uno dei due ha accusato dei forti dolori muscolari e non è stato più in grado di proseguire

Immagine d'archivio
Pubblicato il - 17 November 2019 - 08:30

PREDAZZO. Per fortuna solo un grande spavento per i due giovanissimi escursionisti coinvolti in una piccola disavventura in Val di Fiemme.

 

I due ragazzi, del 2000 e del 1997 entrambi originari di Mori, stavano rientrando da un’escursione con le ciaspole sul sentiero che dal lago di Cece porta verso la Valmaggiore quando uno dei due, a causa di forti dolori muscolari, non è stato più in grado di proseguire autonomamente.

 

L'allarme è stato lanciato verso le 17.15 e subito è stata mobilitata la macchina dei soccorsi che per prima cosa ha stabilito un contatto telefonico con i due ragazzi, accertandosi delle rispettive condizioni di salute.

 

Una squadra di tre soccorritori delle Stazioni di Moena e della Val di Fiemme del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino è riuscita a salire con la jeep fino a una quota di circa 1500 metri di quota per poi raggiungere a piedi i due escursionisti.

 

I due giovani sono stati quindi accompagnati in sicurezza fino all’automezzo del Soccorso Alpino. Da qui sono stati portati alla loro macchina, parcheggiata a Predazzo. Per loro non è stato necessario il ricovero in ospedale. L’intervento in aiuto a due escursionisti trentini si è concluso verso le 19.30 senza difficoltà, con grande sollievo per tutte le persone coinvolte.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 January - 16:08

Secondo una bozza del monitoraggio dell'Iss "Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano sono state classificate a rischio 'Alto' per la terza settimana consecutiva; "questo prevede specifiche misure da adottare a livello provinciale e regionale"

22 January - 11:05

L'Apss conferma l'errore: nell'ospedale di Rovereto sono state somministrate 12 dosi di soluzione fisiologica al posto dei vaccini. A dare la notizia eravamo stati noi de ildolomiti.it, senza ricevere alcuna risposta da parte delle autorità sanitarie. "Gli operatori sono stati informati. Non c'è nessun rischio per i soggetti coinvolti"

21 January - 19:01

Promettono sconti in bolletta e sul canone Rai spacciandosi per operatori di Dolomiti Energia, in realtà è una truffa che serve a far sottoscrivere nuovi contratti all’insaputa degli utenti. L’azienda mette in guardia dai raggiri: “In questi giorni abbiamo ricevuto diverse segnalazioni”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato