Contenuto sponsorizzato

Parcheggi selvaggi davanti la caserma, bloccata l'uscita dei vigili del fuoco: ''Inciviltà e mancanza di buon senso''

E' successo a San Michele nella giornata di ieri ma non è la prima volta che si verifica una situazione del genere. “Non è così difficile da capire che in quel luogo non si parcheggia e men che meno non crediamo sia difficile individuare la caserma" spiega i vigili del fuoco

Pubblicato il - 11 novembre 2019 - 09:59

SAN MICHELE. Una vera e propria “mancanza di buon senso”, un comportamento che può costare caro purtroppo, in alcuni casi, alla comunità. Quello che si è visto ieri a San Michele non è una situazione isolata.

 

Nell'area che si trova davanti alla caserma dei vigili del fuoco alcuni automobilisti hanno deciso di parcheggiare proprio occupando il passaggio utilizzato proprio dai mezzi dei vigili nelle uscite in caso di emergenza.

 

Un fatto, come già detto, non nuovo che deriva dalla mancanza di civiltà. Nello specifico ieri la situazione a San Michele, per quanto riguarda i parcheggi, era abbastanza complicata. Le porte aperte dell'Istituto Agrario hanno portato in paese diversi visitatori e i posti macchina ad un certo punto erano pressoché esauriti. La situazione, però, non giustifica il comportamento di alcuni automobilisti.

 

L'area dove si trova la caserma dei vigili del fuoco di San Michele non è recintata. Ma anche se lo fosse non cambierebbe il problema il visto il modo selvaggio con il quale alcune auto sono state sistemate.

 

E' una questione di inciviltà, spiegano i vigili del fuoco. “Non è così difficile da capire che in quel luogo non si parcheggia e men che meno non crediamo sia difficile individuare la caserma. Basterebbe buon senso e attenzione”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 novembre - 10:19

I dati sono stati elaborati da Swg su un campione di circa un migliaio di persone. Nel nostro Paese sono in crescita i "complottisti" che credono in un virus diffuso da gruppi di potere, i "riduzionisti" che ritengono la situazione meno grave di come è rappresentata e i "resistenti", quelli che non vogliono vaccinarsi 

26 novembre - 04:01

Quella vissuta da una madre e un figlio trentini è una storia che ha accomunato molti cittadini, abbandonati a sé stessi nell'isolamento da Coronavirus e nella confusione di normative che continuano a cambiare. Chiusi in casa per un mese perché positivi al Covid, si sono dovuti arrangiare per poter finalmente tornare a lavorare

25 novembre - 20:07

C'è stato un vertice chiarificatore tra Europa verde, Sinistra italiana, Volt e èViva e il sindaco di Trento: "La transizione ecologica?". Ianeselli: "Il programma verrà rispettato e tutte le forze politiche sono utili e importanti"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato