Contenuto sponsorizzato

Parco Sigurtà, crolla una quercia secolare: il trentino Dj Eddy Santangelo salvo per un soffio

Tragedia sfiorata per una manciata di metri, Eddy Santangelo noto dj trentino si trovava in gita con la compagna e un’amica al parco naturalistico quando una delle querce secolari si è schiantata al suolo. Il Parco: “I nostri giardinieri stanno procedendo con le opportune verifiche ma riteniamo non ci sia il pericolo di altri crolli”

Pubblicato il - 09 luglio 2019 - 11:47

VALEGGIO SUL MINCIO (VR). Prima un fruscio e poi lo schianto, è la scena che si è presentata davanti agli ospiti del Parco Giardino Siguartà quando, verso le 17 di domenica scorsa, una delle querce secolari del parco è rovinata al suolo.

 

Sul posto era presente anche il noto dj Eddy Santangelo di origini liguri ma residente a Meano in Trentino da molti anni dove anima le serate a ritmo di musica. Eddy si trovava in gita al parco con la fidanzata, il figlio di lei e un’amica.

 

I tre si erano concessi una domenica di svago e stavano ammirando le meraviglie del giardino a bordo di una golf kart presa a noleggio. Mentre stavano percorrendo le vie del parco però, a una quindicina di metri dal loro veicolo, si è abbattuta sul percorso una delle querce secolari, un albero da alcune decine di metri. 

 

"Ero al secondo giro di quel percorso perché, essendo così bello, avevo deciso di ripassare da quella parte dove c’è la 'via delle rose' ed il labirinto oltre alla quercia secolare che è altro punto di interesse – spiega Santangelo – stavo proprio guardando in quella direzione quando ho sentito il rumore della chioma che si spezzava in due punti e ho visto l’albero inclinarsi". 

 

Lo schianto è stato terribile anche alla luce del ragguardevole peso che piante di simili dimensioni possono raggiungere: "Mai potresti immaginare che visitando un parco così ben tenuto ed in una giornata meteorologicamente perfetta possa cadere un albero che alla vista sembra così massiccio ed impossibile da smuovere" racconta ancora allibito il giovane dj.

 

Nonostante lo spavento i tre si sono subito precipitati a verificare che nessuna persona fosse rimasta coinvolta nello schianto.Per fortuna in quel momento nessuno stava transitando nei pressi della quercia, anche se il bilancio sarebbe potuto essere peggiore.

 

"Appena caduto paradossalmente credevo che i giardinieri lo stessero tagliando, ma dopo pochi secondi mi sono reso conto che non era possibile in quanto caduto proprio sul sentiero pedonale – continua il giovane – ho chiamato il loro centralino ma credevamo stessi scherzando, dopo alcuni minuti è arrivato il primo addetto il quale non ha aperto bocca ed è rimasto abbastanza stupito, poi se ne sono aggiunti altri con le motoseghe per liberare il passaggio".

 

Non si conoscono ancora i motivi della rovinosa caduta: “Non rilasciamo dichiarazioni – spiegano dall’ufficio stampa del parco – al momento i nostri giardinieri stanno procedendo con le opportune verifiche ma riteniamo non ci sia il pericolo di altri crolli”. Nella tarda mattinata di oggi il percorso è stato riaperto e il sentiero liberato dalla gigantesca quercia.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 19:33
Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.422 tamponi, 37 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 1,53%. Sono 14 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 3 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.569 i guariti da inizio emergenza e 574 gli attuali positivi
30 settembre - 18:41

Sarà possibile prenotare un appuntamento (dal 2 ottobre anche online) dal proprio medico di famiglia, negli ambulatori o con la formula del drive through. Al via la campagna per vaccinare le fasce a rischio della popolazione, Apss: “La procedura è sicura inoltre chi è vaccinato evita di ammalarsi di influenza e semplifica la diagnosi della malattia da coronavirus

30 settembre - 18:18

La Provincia di Bolzano informa che gli istituti hanno adottato tutte le procedure previste e hanno seguito le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato