Contenuto sponsorizzato

Paura a Borca di Cadore: mansarda di 300 mq divorata dalle fiamme, una donna intossicata

L'allarme è scattato intorno alle 11.30, quando le fiamme hanno iniziato ad avvolgere la parte superiore dell'abitazione e una densa colonna di fumo si è alzata in cielo

Pubblicato il - 09 giugno 2019 - 18:57

BORCA DI CADORE. Una mansarda devastata, un intero paese invaso dal fumo e una donna leggermente intossicata. Questo il bilancio di un furioso incendio divampato oggi, domenica 9 giugno, in via Cavour a Borca di Cadore.

 

L'allarme è scattato intorno alle 11.30, quando le fiamme hanno iniziato ad avvolgere la parte superiore dell'abitazione e una densa colonna di fumo si è alzata in cielo.

 

Fortunatamente la proprietaria è riuscita a mettersi in salvo da sola, senza ferite, mentre una donna al piano terra è rimasta leggermente intossicata dal fumo che ha invaso l'intero centro abitato. 

 

Sul posto sono intervenuti una ventina di vigili del fuoco. Oltre al corpo di Borca, sono arrivati i pompieri da Cortina, quelli di San Vito, Pieve e Valle di Cadore, così come il personale di Belluno

 

Un dispiegamento di forze per fronteggiare l'incendio che ha interessato una mansarda da 300 metri quadri di superficie, già andata a fuoco nell'aprile del 2014

 

I pompieri hanno subito messo in sicurezza l'area per avviare le operazioni di spegnimento, lunghe per l'entità dell'incendio. Dopo aver estinto le fiamme, i soccorsi procedono alla bonifica e alla verifica della stabilità dell'edificio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 27 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 maggio - 06:01

Per ogni settore, per ogni assessorato, per ogni ambito, per ogni tema da affrontare la giunta leghista ha creato, crea e probabilmente creerà una specifica ''task force'' sempre annunciata con squilli di trombe e della quale, il più delle volte, poi non si ha più notizia. Ora potrebbe arrivare la task force che vigila le task force

27 maggio - 19:23

Asili nido aperti dall’8 giugno? Il comune di Trento e i sindacati avvertono: “Apertura solo con linee guida chiare e coinvolgendo genitori e insegnanti, no alle fughe in avanti”. L'assessora: “Al momento, disponendo solo di un documento provvisorio, non ci sono le condizioni per garantire la riapertura”

27 maggio - 20:52

In quanto presidi della montagna i rifugi avranno l’obbligo di apertura dal 20 giugno al 20 settembre. Quindi sarà dovere essere aperti, per garantire fruibilità al sistema turistico. Il vademecum informativo che permette di disciplinare l'accesso ai rifugi questa estate e che rappresenta la garanzia di sicurezza per escursionisti ed operatori

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato