Contenuto sponsorizzato

Perde l'equilibrio e scivola da un sentiero, trovata dal soccorso alpino grazie al gps

La donna è stata soccorsa nei pressi di forcella Regana, gruppo di Cima d’Asta. Sul posto il soccorso alpino che l'ha aiutata a scendere 

Pubblicato il - 12 luglio 2019 - 07:58

CIMA D'ASTA. Stava scendendo il sentiero in compagnia di altre persone quando ad un certo punto è scivolata per diversi metri. Sono stati momenti di paura quella vissuti ieri da un’escursionista vicentina di 63 anni che è stata soccorsa nei pressi di forcella Regana, gruppo di Cima d’Asta.

 

La donna stava facendo il sentiero di ritorno ha perso l’equilibrio ed è caduta procurandosi contusioni ed escoriazioni. A causa del dolore il gruppo ha preferito allertare il Numero Unico per le Emergenze 112.

 

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino ha inviato sul posto due operatori della Stazione di Caoria. Il gruppo è stato facilmente individuato grazie alle coordinate gps e raggiunto sotto la forcella Regana. Dopo una valutazione delle ferite riportate dall’escursionista e prestate le prime cure, si è concordato di procedere lentamente verso valle a piedi.

 

I due operatori del Soccorso Alpino hanno quindi accompagnato il gruppo fino alla macchina. La donna ha poi raggiunto l’ospedale autonomamente.

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

31 ottobre - 04:01

Una ricerca dell'Ispi, l'Istituto per gli studi di politica internazionale prova a valutare dati alla mano l'ipotesi dell'isolamento per fasce d'età. Secondo una proiezione, imponendo un lockdown ai soli over 80 la mortalità da Covid verrebbe dimezzata, mentre l'isolamento per gli over 60 diminuirebbe di 10 volte la letalità del virus. Le criticità però non mancano

31 ottobre - 08:12

Il 46enne, originario di Torino, si è lanciato dai monti Lessini. A dare l'allarme gli amici che non hanno più avuto sue notizie 

30 ottobre - 23:08

Due provvedimenti drastici, motivati da una vicenda esclusivamente aziendale, legata – da quanto s’apprende esclusivamente dai due enologi messi alla porta -  alla gestione delle uve destinate a divenire vini di qualità operata nelle ultime vendemmie dai due tecnici ora al centro della diatriba

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato